In tutti gli esemplari di gamberetti esaminati nelle aree rurali del Suffolk, in Inghilterra, sono state trovate tracce di cocaina. Anche ketamina e pesticidi sono state trovati in una certa concentrazione.

Lo studio, pubblicato su Environment International, ha esaminato i livelli di vari “microinquinanti” nei gamberi d’acqua dolce. Sebbene le concentrazioni rilevate siano basse, i ricercatori dicono che i composti potrebbero rappresentare un rischio per la fauna selvatica.

Il risultato sorprendente della scoperta risiede nel fatto che questi dati provengono da campioni prelevati in zone rurali, bacini minori rispetto ad aree urbane come ad esempio Londra dove la presenza di droghe è notoriamente importante.

Ricordiamo che solo qualche mese fa un altro studio aveva mostrato le anguille del Tamigi impazzire proprio per i residui di cocaina contenuti nelle acque del fiume londinese.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.