img2
Esistono un’infinità di batteri che possono aiutare a mantenere puliti, rinfrescati e ossigenati gli spazi che viviamo. Un esempio recente è la ricerca scientifica a cura dell’Università Nazionale del Messico e del Centro di Ricerca di Studi Avanzati, che ha come protagonista un fungo che si nutre di sostanze organiche morte, il Fusarium oxysporum, ed un batterio che vive nel terreno, il Brevibacterium. Questa coppia di esseri viventi è risultata vincente nella realizzazione di biofiltri per il trattamento dell’aria inquinata.

In pratica sfruttandone il normale ciclo di vita si è resa possibile la scomposizione in anidride carbonica e acqua di agenti inquinanti utilizzati nelle industrie.





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.