Dopo aver causato un incidente d’auto venne trovato positivo alla cannabis, ma aveva fumato uno spinello due giorni prima e al momento del sinistro non era sotto effetto di alcuna sostanza. Viene assolto dal giudice dopo quasi tre anni di trafila giudiziaria.

L’incidente avvenne nell’agosto 2014, quando il protagonista della vicenda (un 23enne di Castelferretti, provincia di Ancona) ebbe un incidente a causa di una distrazione che lo portò a sbandare in rettilineo e a colpire un auto in sosta. I carabinieri intervenuti sul posto, insospettiti dalla dinamica, chiesero gli esami delle urine che diedero riscontro positivo, seppur rintracciando tracce minime di cannabinoidi.

Secondo quanto riportato dal Corriere Adriatico, il medico del pronto soccorso che lo prese in carico scrisse nel referto che il ragazzo non appariva però in condizioni psicofisiche alterate, circostanza confermata anche dalle successive analisi del sangue, che diedero risultato negativo.

Nonostante il referto del medico scattarono le sanzioni pecuniarie e amministrative del caso (sospensione della patente) e il fascicolo passò al Tribunale di Ancona, dove il ragazzo è riuscito ora a vedersi riconosciuta giustizia.

A distanza di due anni e nove mesi il Tribunale di Ancona lo ha infatti assolto dall’accusa di guida sotto l’effetto di stupefacenti perché “le prove raccolte sono contraddittorie”.

Per una storia come questa che, seppur con grave ritardo, si è conclusa positivamente, vi sono centinaia di automobilisti che ogni anno si vedono ritirare la patente per aver consumato cannabis (o altre sostanze) giorni o addirittura settimane prima di essere stati sottoposti a controllo, in quanto gli esami delle urine non danno riscontri attendibili ma continuano a rivelare la positività per lungo tempo dopo l’effettivo consumo.

L’esame del sangue e quello della saliva sono maggiormente attendibili (seppur assolutamente non perfetti e neanche lontanamente accomunabili ai buoni riscontri dell’etilometro per il rilevamento dell’alcol) tuttavia l’esame delle urine continua ad essere utilizzato, trasformando i controlli stradali in una caccia alle streghe contro i cittadini.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.