img1Emanuele Frasca e Alessandro Civitelli, rispettivamente Noyz Narcos (il rapper di scuola romana cresciuto a pane, banditi e Truce Klan) e Fritz Da Cat (storico producer dell’old school rap italiana), assieme in Localz Only, nuovo lavoro esploso come una mina sulla scena rap italiana.

Se da una parte il rap è oramai entrato nei salotti buoni del nostro Paese grazie anche all’ondata televisiva di show musicali, dall’altra parte continua per la sua strada, cruda, ombrosa e piena di ruggine. 
C’è già chi dice che Localz Only, è l’album dell’anno per il rap italiano, ma già dal titolo si capisce che è un lavoro con un sound non per tutti, non facilmente digeribile dalla massa, che racconta storie che si vivono nei vicoli bui dove le telecamere non riescono ad agire.

Un disco senza fronzoli e ritornelli a partire dall’intro, passando per la title track, che ricorda le atmosfere western in particolar modo per il video (una sorta di tributo fra Sergio Leone e Tarantino) ed arrivando al fondo con “Talent Show” e “The world ain’t ready for me”. 
In tredici tracce, Localz Only di Noyz e Fritz, fa il punto della situazione mostrando bene il proprio punto di vista.

a cura di Francesco Cristiano
www.ciroma.org





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.