Obsolescenza programmata

E’ la prima nazione europea, la Francia, a prendere posizione sul fenomeno dell’obsolescenza programmata: a partire dal 22 Luglio è entrata in vigore una legge che la vieta.

Pianificare a tavolino la decadenza dei prodotti al fine di aumentarne il mercato, è reato, questo è il tema dell’emendamento inserito nel testo della normativa sull’efficienza energetica approvata recentemente dal parlamento francese. I trasgressori saranno puniti con due anni di carcere e 300mila euro di multa.

Il decreto definisce il fenomeno come un insieme di scelte illecite e studiate dai produttori che mirano a ridurre il ciclo di vita di un oggetto per incentivarne la sostituzione. Il responsabile del movimento Zero Waste France, Delphine Lévi Alvarès, definisce questa descrizione ‘molto vaga’, ma riconosce senza dubbio che ci si sta muovendo nella giusta direzione.

Qui disponibile il testo integrale della legge (formato pdf).

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy