Lifestyle

Fiera di Senigaglia: Il mercatino storico della Milano alternativa che rischia di scomparire

bottega del rosso fiera senigaglia

E’ lo storico mercato delle pulci milanesi, esistente già dagli anni ’20, quando secondo la leggenda venne chiamato dalla gente del posto “Fiera di Senigaglia”, proprio perché come la città marittima delle Marche era un vero e proprio porto franco, all’interno del quale veniva messo in vendita ciò che portavano le navi che ormeggiavano in Darsena, senza dazi né controlli. Negli anni ’70 e ’80 la Fiera di Senigaglia divenne il luogo di ritrovo degli alternativi milanesi, vi si potavano trovare hippie che vendevano merce indiana o autoprodotta, punk che vi cercavano dischi e vestiti in stile londinese e, naturalmente, ricettatori che vendevano biciclette ed altri beni di losca provenienza come in ogni mercato delle pulci che si rispetti.

fiera senigaglia

Negli anni il suo spirito è sempre rimasto quello di un mercato delle pulci, popolare ed alternativo, anche se è cambiato più volte il luogo del suo svolgimento. L’ultimo trasloco nel 2005 quando la giunta Moratti lo spostò dalla Darsena a Porta Genova. Teoricamente doveva essere uno spostamento momentaneo, in attesa della costruzione di un parcheggio sotterraneo alla Darsena. Nove anni dopo il parcheggio non è mai stato costruito, ma ora il mercato verrà mandato via da Porta Genova (dove la concessione non è stata rinnovata), non per tornare nella sua storica collocazione sulla Darsena, ma per essere sparpagliato tra le nuove sedi di Ripa Ticinese e di Pagano. Una soluzione che non solo fa’ a pugni con la storia dell’unico mercato alternativo di Milano, ma rischia anche di mettere nei guai i suoi commercianti storici, alcuni dei quali non troveranno posto nelle nuove sedi.

fiera senigaglia 2

Tra questi c’è Renato Comolli, detto il Rosso, che da quarant’anni alla fiera di Senigaglia vende cilum artigianali prodotti da lui stesso (Sì, quello della foto in alto è proprio lui!) ed ora non risulta nelle liste ufficiali dei commercianti che avranno un posto nella nuova sede. “Qualche mese fa’ il Comune ha pubblicato un bando per partecipare alla nuova assegnazione dei posti ed io ho presentato regolare domanda – spiega – tanto che nella lista provvisoria di luglio ero tra gli ammessi. Poi ho scoperto di essere stato estromesso perché non avevo presentato la carta d’esercizio, ma nessuno mi aveva detto che serviva”. Nella sua condizione anche altri commercianti, che dopo decine di anni al mercatino delle pulci, rischiano di rimanere senza lavoro. “Questo è sempre stato visto dalla Milano bene come il mercato di quelli di sinistra e degli alternativi, ed ora è proprio la giunta Pisapia a farci fuori utilizzando un cavillo legale come scusa”. La lotta del “Rosso” e degli altri commercianti però continua, per far sì che il mercato della Milano alternativa non venga snaturato per sempre.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.