MusicaHipHop skillzLibri e guide

Fare rap: tecniche, consigli e segreti del mestiere (in un libro di uno che ne sa)

Fare rap: tecniche, consigli e segreti del mestiere (in un libro di uno che ne sa)
“Te lo dico in Rap” di Francesco “Kento” Carlo con illustrazioni di AlbHey Longo. Il Castoro, pagine 175, euro 15

Che cos’è il rap? E l’hip-hop? Ma soprattutto come si fa a fare il RAP? Rabbia, gioia, coraggio, delusione, ribellione, speranza: i ragazzi provano mille emozioni forti, hanno mille cose da dire, ma spesso non sanno come tirarle fuori. Il rap può essere il modo giusto per farlo. Il Rap come modalità e strumento di espressione “poetica” contemporanea di valore e passione per i ragazzi di oggi è di grande attualità ed è un mezzo potente ed efficace per esprimere se stessi con immediatezza, attenzione alla parola e intelligenza viva.

Da anni Kento, rapper e attivista, insegna in vari carceri minorili, scuole e comunità di recupero, sfidando i ragazzi a mettersi alla prova con l’hip hop. In “Te lo dico in Rap“, Kento accompagnato dalle illustrazioni di AlbHey Longo, mette su carta quello che in questi anni è andato raccontando nei laboratori di scrittura e musica per i ragazzi a rischio che ha tenuto in giro per l’Italia. Il rapper così insegna loro tecniche e trucchi del mestiere, dal come avere la prima idea, a come metterla in rima, dal come usare una base musicale a come dire proprio quello che si vuole.

L’argomento è l’utilizzo del rap non soltanto per parlare di noi stessi o di cose divertenti, ma come strumento di libertà di espressione e di fratellanza. «Scrivere rap e scrivere in generale – dice Kento – è uno strumento molto utile per tutti, perché aiuta a concentrarsi, a focalizzare i pensieri e a esprimersi in modo più efficace: le emozioni sono importanti, la musica le veicola in un modo meraviglioso ed è giusto viverle, mantenendo sempre un pensiero critico e una mente indipendente, perché i rapper sicuramente non sono tutti degli scemi ma, altrettanto sicura- mente, non sono tutti dei maestri di vita».

Un po’ come cantano i Colle Der Fomento in “Penso diverso”, una canzone dura e allo stesso tempo molto attuale nel suo significato che è quello di non accettare le verità e gli atteggiamenti che ci vengono imposti e di usare la libertà di espressione e il microfono contro ogni forma di sopraffazione.

 





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Cerca anche
Close
Back to top button