Libri e guidePsiconauta

Tutte le fake news sui funghi allucinogeni

Copertina del libro "Muscaria, etnografia di un fungo allucinogeno" di Giorgio SamoriniL’obiettivo di quest’ultimo libro del grande studioso Giorgio Samorini è chiaro: riportare la verità su due storie a lungo maltrattate.

La prima è quella del fungo con il cappello rosso cosparso di macchie bianche, il fungo delle fiabe, il fungo allucinogeno per eccellenza. Da oltre un secolo, infatti, l’agarico muscario, questo il suo nome scientifico, è maltrattato nella letteratura, da quella scientifica a quella pseudo e fanta-scientifica. Da alcuni decenni, poi, la produzione editoriale che lo riguarda è di bassa qualità, cosa che l’autore osserva, motiva e, col piglio rigoroso che lo contraddistingue, finalmente corregge.

Muscaria, etnografia di un fungo allucinogeno, libro autoprodotto e disponibile su Youcanprint.it oltre che su tutti i bookshop sul web, è dedicato alla memoria degli sciamani siberiani degli anni 1930-1940, cosa che ci porta dritti al secondo tema vittima di tante fake. 

Sino agli inizi del XX secolo l’utilizzo di questa fonte inebriante era diffuso nel contesto delle pratiche sciamaniche siberiane. Gli antropologi del periodo sovietico lo diedero per estinto, e non senza una certa esultanza, poiché merito di una campagna di “de-sciamanizzazione” dei gruppi nativi, internamente al progetto di una loro “russificazione” e sovietizzazione. L’analisi della documentazione post-sovietica ha però testimoniato la sopravvivenza dell’impiego dell’agarico muscario presso almeno alcune popolazioni siberiane oltre a mettere in luce una triste storia di persecuzioni etniche, con la deportazione ed eliminazione fisica degli sciamani nel contesto delle “purghe” degli anni ’30-’40.

Alla fine, quel che emerge è l’evidenza di un rapporto antico e naturale tra essere umano e funghi psicoattivi, un rapporto evolutivo scientificamente dimostrabile, che si può negare solo alterando i fatti e nascondendosi dietro giudizi morali e preconcetti.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button