High times

Fabio non è un criminale

download (1)Indignarsi per l’atteggiamento che lo Stato italiano ha nei confronti di chi conduce stili di vita alternativi che non ledono nessuno, e che addirittura in certi casi sono di aiuto ad altri, è il minimo che si possa fare. Se devo usare il termine indignato per descrivere cosa ho provato leggendo la notizia dell’arresto di Fabio Santacroce, è quello che farò… ma sicuramente non è un termine sufficientemente descrittivo del mio stato d’animo.

Fabio Santacroce, conosciuto anche come Wify Strain Hunter, è nato a Brig (Valais) in Svizzera negli anni 70. Nel 1995 si trasferisce in Inghilterra e poi in Olanda, dove impara lingue e culture diverse. Nel 1996 rientra in Italia urgentemente per la morte prematura del padre (noto costruttore metalmeccanico: in Svizzera ha collaborato alla costruzione del palazzo dell’ONU). Dopo 2 anni torna all’estero per continuare gli studi e le ricerche in campo scientifico e farmaceutico specifico nel settore della Cannabis Terapeutica. Lavora alla creazione di un farmaco naturale oggi molto noto, il Sativex (a base di THC e CBD estratto dalle migliori genetiche di cannabis) e prodotto dalla GW Pharma. Lavora anche in Svizzera, per 3 anni, presso 2 aziende private e con regolari permessi farmaceutici per la produzione di cannabis indica e sativa ad uso medico/terapeutico. Qui conosce, lavora e condivide nozioni scientifiche specifiche con personaggi come Howard Marks, Scott Blakey, Felix Kautz, ArjanRoskam, Bernard Rappaz, Rick Simpson. In quegli anni perde due zie. Dopo queste morti in famiglia, i nonni entrano in un tunnel di disperazione per aver perso due figlie e per il dolore della vedovanza della terza e si ammalano gravemente anche loro.

Fabio decide allora di curare ciò che rimaneva della sua famiglia sfruttando tutte le conoscenze e le capacità acquisite in anni di esperienze. I medici a cui si rivolge non conoscono quelle tecniche ed i farmaci derivati dalla Cannabis. Così Fabio decide di creare un laboratorio di ricerca nella sua piccola baita, meticoloso in tutto e per tutto, si procura ogni genetica di cannabis medica possibile. Lo scopo di Fabio è creare “l’olio di cannabis terapeutica”, ricco di oltre 66 cannabinoidi che attraverso gli endocannabinoidi presenti in ogni essere umano avrebbero giovato in modo mirato e scientificamente provato ai mali dei nonni.

Ma una visita dei carabinieri lo porta in carcere: dopo 4 giorni, ottiene gli arresti domiciliari, in attesa di giudizio. Fabio però non demorde, e continua le sue ricerche fino allo scorso agosto, mese in cui viene nuovamente scoperto a coltivare piante di canapa e per questo arrestato nuovamente. Fabio non ha leso nessuno, anzi ha cercato di essere d’aiuto a chi ne aveva bisogno. Fabio non è uno spacciatore ma un ricercatore.

E’ possibile scrivergli inviando una lettera a:
Fabio Santacroce – Presso Casa Circondariale –Via G. Castelli n°8, 28922 Verbania
…sicuramente gli sarà di aiuto sapere che siamo in molti ad essersi “indignati” per la sua storia.

 

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button