imagesChi del luppolo ne fa una vera passione è Alex Liberati, proprietario della Brasserie 4:20 in quel di S. Lorenzo, a Roma, dove si può scegliere fra tanta birra alla spina e in bottiglia. Dopo aver fatto una lunga gavetta luppoli tedeschi, americani, neozelandesi che caratterizzano le birre in uno stile più internazionale non dimenticando le origini. Decide di stabilire la sede del proprio birrificio nella regione del Kent, zona di rinomata produzione del luppolo, ed è qui che nascono le birre di Revelation Cat.

Ma il luppolo arriva anche da altre zone del pianeta, luppoli tedeschi, americani, neozelandesi che caratterizzano le birre in uno stile più internazionale non dimenticando le origini. Nell’imbarazzo della scelta ci siamo soffermati sulla F.R.E.S.H. IPA birra prodotta con l’utilizzo di luppoli freschi tedeschi e inglesi, che conferiscono piacevole profumo di erba e di fiori. Nella pinta forma un bel cappello di schiuma bianca, degustandola al primo impatto si percepiscono note dolci di malto e caramello che donano anche media struttura alla birra e 7% di grado alcolico alla Fuckin Radical Extreme Super Hops.

E poi sulla HopAddendum, birra di ispirazione West Coast, prodotta con l’utilizzo di tre luppoli americani come Tomahawk o Columbus, Centennial e Summit. Nella pinta la birra si presenta di colore arancio chiaro, al naso salgono le note di agrumi, pompelmo e limone, note resinose e balsamiche. Cheersmate!

Junkaos aka L’Hop non è mai Trop
www.beershopbari.it





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.