img_60281E’ tardi, maledettamente tardi, ma arrivo, entro nella “Plaza de Toro” (un’ottima location, se non fosse la classica arena per le discusse corride spagnole), il tempo di allestire velocemente lo stand di Dolce Vita e la fiera ha inizio. Dato l’orario e i ritmi spagnoli, non c’è molta gente, ma è venerdì e l’atmosfera si deve ancora veramente attivare e scaldare, cosa che puntualmente avviene già a pomeriggio inoltrato.

L’affluenza di visitatori dei tre giorni di evento a Madrid è stata copiosa e costante, e vari aromi hanno riempito l’aria dell’arena tanto da far aprire la cupola scorrevole per dare una “rinfrescata”. E’ infatti questa una delle poche fiere dove non vige il divieto di fumare; a Madrid si vive in una sorta di limbo, ci sono delle leggi che prevedono il sequestro e multe, ma in generale la situazione sembra essere molto tranquilla, anche nei confronti di coltivazioni domestiche.

In virtù di questo ho avuto la piacevolissima possibilità di incontrare profumi incredibili, fruttati e rigorosamente “BIO”, cresciuti e curati da altrettante persone che provavano piacere ad offrire gli assaggi delle proprie produzioni (la “tranquillità” porta all’espressione della fantasia e alla condivisione!!).

Interessante l’esposizione, che oltre alle maggiori aziende olandesi, sfoggiava la le offerte di casa, tra le quali le emergenti banche del seme, che a mio avviso sono destinate a far parlare parecchio di sé in futuro. Unici italiani presenti, noi di Dolce Vita e Mary-jo, che non ci ha fatto certo morire di sete.

Un evento interessante, sia sotto il profilo delle offerte, che della gente incontrata, per non parlare della città di Madrid, ospitale e coinvolgente, e del club “cannabico” (il locale di un’associazione cannabica) in cui mi sono trovato la prima sera… una fiera e una città che meritano di essere visitate.

Maurizio





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.