Garantire una corretta ventilazione all’ambiente è uno dei fattori chiave per la riuscita di una coltivazione indoor. Specialmente in estate, quando le temperature salgono e mantenere il microclima ideale può diventare difficile. La soluzione sicura? Un estrattore d’aria, che garantisce la giusta aerazione dei locali, permettendo così alla growroom – o alla serra – di avere sempre sotto controllo la temperatura, l’umidità, ma anche le malattie, l’eventuale fuoriuscita di cattivi odori e consentendo il ricircolo d’aria ideale per la salute delle piante.

Nella coltivazione indoor, infatti, occorre tenere sempre sotto controllo la quantità di CO2, assicurandosi che sia sufficiente, e garantire frequentemente l’immissione di aria fresca. Questo processo è fondamentale per la sopravvivenza e la salute di tutte le piante e per evitare conseguenze nefaste sulla coltivazione.

Oltre ad aumentare il livello di CO2, la corretta circolazione di aria scongiura il pericolo che si sviluppino malattie all’interno della vostra serra: parassiti e muffe si diffondono in ambienti in cui
l’aria è ferma e umida. In questi casi, le piante perderanno vigore e cominceranno ad appassire progressivamente, ma con un apposito sistema di ventilazione questi rischi possono essere facilmente
evitati.

La soluzione ideale è inserire una ventola, fissa o rotante, che servirà al ricambio frequente d’aria fresca. Un sistema efficiente per il ricircolo dell’aria fornirà alle piante il corretto livello di anidride carbonica. In questo modo, le radici cresceranno forti e sane e saranno in grado di assorbire la quantità necessaria di acqua e nutrienti e – allo stesso tempo – si ridurranno al minimo i danni causati da malattie e insetti.

Ricordate di procurarvi condotti di aria di dimensioni compatibili con quelli della vostra growbox, o altrimenti sarete costretti a mettere morsetti e riduttori. Il tubo di canalizzazione andrà poi allineato alla ventola dell’estrattore e fissato con un nastro adesivo, in seguito i condotti andranno fissati al foro della tenda.

All’estrattore potrà essere collegato anche un filtro ai carboni attivi in prossimità della growbox, o in alternativa potrete posizionare il filtro sul pavimento e l’estrattore nel foro presente sulla sommità della growbox. Il tutto andrà collegato ai condotti di ventilazione. L’estremità del condotto d’aria all’esterno della growbox dovrà essere collegata a una presa d’aria o a una finestra, in modo da poter scaricare all’esterno l’aria calda accumulata e mantenere un buon flusso di aerazione.

Tra gli aspiratori d’aria ideali per mantenere e curare al meglio una coltivazione indoor, consigliamo gli estrattori Blauberg, studiati appositamente per i grandi spazi e in grado di garantire risultati professionali.

Maggiori informazioni su www.idroponica.it

a cura di Idroponica





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.