High timesnarcotraffico

Epic Fail in Thailandia: la polizia posa trionfale davanti ad un mega sequestro di ketamina, ma era fosfato

Epic Fail in Thailandia: la polizia posa trionfale davanti ad un mega sequestro di ketamina, ma era fosfatoIn Thailandia in questo periodo le cose non vanno molto bene. Da settimane ci sono proteste di massa contro il re ed il governo, con scontri e una repressione brutale ai danni della popolazione. Anche per questo alle forze di polizia ed al governo non deve essere parso vero di aver scoperto un 11,5 tonnellate di ketamina in un magazzino vicino a Bangkok.

Di corsa, quindi, ad avvisare cronisti e televisioni per dimostrare la grande operazione e far vedere all’opinione pubblica l’efficienza dello stato contro il crimine. Un colpo alla criminalità dal valore di un miliardo di dollari, avevano stimato i media nazionali.

Peccato, però, che la polvere dentro i sacchi si è poi rivelata essere fosfato trisodico, un prodotto chimico utilizzato comunemente nelle industrie come additivo alimentare o come agente per la pulizia.

Avendo annunciato il bottino con grande clamore, i funzionari sono stati quindi costretti a tenere una conferenza stampa martedì per spiegare l’errore. Con tanto di goffa dichiarazione del ministro della Giustizia, Somsak Thepsuthin, che ha affermato che “quando il test per la ketamina viene applicato al fosfato trisodico può produrre un risultato falso positivo”, assicurando anche che lo stesso errore è già avvenuto in diversi altri paesi.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button