High times

#EnJoint

Abbiamo intervistato i creatori di Enjoint Clothing, un gruppo di ragazzi, che hanno pensato di investire tempo e denaro in una linea di abbigliamento che rispecchi uno stile di vita, ciò che accomuna un po’ tutti noi ” 420 Friendly ” .

  • Dove e quando nasce l’idea di Enjoint ?
L’idea Enjoint nasce un pomeriggio come un altro. inizialmente era finalizzata solo alla stampa di adesivi che avremmo poi distribuito, più per gioco che altro. Così decidemmo di creare una prima grafica che sarebbe poi diventata il logo principale.
  • Avete investito molto in questo progetto, credete che i vostri sforzi saranno ripagati ?
Fino ad ora abbiamo investito il giusto. Sia per quanto riguarda il tempo che il denaro. I nostri sforzi saranno ripagati?! Questo non possiamo saperlo, sicuramente siamo positivi al massimo, spinti anche da un seguito inaspettato e presente, grazie al quale sentiamo di star intraprendendo la strada giusta. Sappiamo che ci vorrà tempo, impegno e dedizione ma avere la consapevolezza di percorrere la via migliore per fare quello che ci piace, è un ottimo incentivo per farci dare il meglio ed è quello che stiamo facendo.
  • L’abbigliamento in Italia segue canoni molto rigidi dettati spesso, da mode passeggere, credete che lo stile dei vostri capi subirà l’influenza della moda del momento ?
 sicuramente questo è un rischio che chi decide di intraprendere questa fetta di mercato deve mettere in conto; bisogna avere un’idea di partenza e non smettere mai di svilupparla, restando sempre aggiornati e competitivi. Secondo noi, la chiave per andare avanti è non stravolgere continuamente l’idea base ma renderla sempre nuova lasciando intatta la sua originalità.
  • Ritornando a voi, il marchio Enjoint è spesso accostato in alcune foto sui social network, ai panorami più suggestivi del nostro paese, come avete coinvolto così tanti ragazzi da più parti d’Italia ?
i social ormai sono la miglior piattaforma pubblicitaria, se ben usati. Come abbiamo detto abbiamo iniziato spedendo gli adesivi in tutta Italia sotto ordinazione, ricevendo molti riscontri positivi con foto e post sui social. Per questo cerchiamo di essere sempre pronti e disponibili nelle risposte e nelle spedizioni proprio per ricambiare la loro attenzione. Siamo giovani con un’idea,  condividerla con altra gente e cercare di creare un contatto con loro è il miglior modo per avere un riscontro sempre migliore.
  • Che collegamento c’è tra il vostro logo ed il mondo della Cannabis ?
Nasce dall’esigenza di esprimere una propria opinione, in maniera concreta, sulla Cannabis, pianta giudicata fin troppo negativamente.
Spesso si tende ad ignorarne le molteplici qualità benefiche, mettendo in luce solamente gli aspetti più negativi; gli usi sono svariati e si, fumarla è uno dei meno indicati. E’ vero, abusarne fa male, e come qualsiasi altra sostanza invitiamo i consumatori ad usare la propria testa piuttosto che farlo solo per moda: fumare Cannabis è più del semplice sballo, è il sapersi approcciare alla vita in modo differente, positivo e saggio. In sintesi, con questo brand vorremmo sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo il vasto mondo che si cela dietro questa fantastica pianta.
  • Avete pensato ad una linea di abbigliamento interamente costituita da fibra di canapa o derivati ?
Si ad essere sinceri ci abbiamo pensato ed era un’idea che avevamo messo da parte ma tenendola in considerazione, essendo sicuramente innovativa e interessante in un futuro. Per ora cerchiamo prima di sviluppare al meglio quello che stiamo facendo. E se tutto procede come speriamo, le novità saranno tantissime!

#EnJoint

#EnJoint




SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button