In evidenzaIndustriale

Emilia Romagna: stanziati 500mila euro per la canapa

Tante iniziative e un progetto da 500mila euro per integrare il settore della canapa (tessile ed edile) in Emilia Romagna

canapa Emilia Romagna
Da sempre dedita alla coltivazione di questa pianta, l’Emilia Romagna ha stanziato 500mila euro per finanziare la nuova filiera territoriale della canapa.

Progetto il cui obiettivo finale, ancora lontano, è quello di promuovere una “Filiera Territoriale della Canapa completa”, che garantisca agli operatori economici i materiali per le proprie attività: fibra per il tessile e canapulo per l’edilizia. Ma come nasce quest’iniziativa?

“FILIERA TERRITORIALE DELLA CANAPA” IN EMILIA ROMAGNA

Nel 2021, a Carpi, per divulgare gli innumerevoli utilizzi della pianta, in particolare nel settore tessile ed edile, venne costituito il comitato “Pro Canapa“.

Comitato che, dopo il convegno tenutosi a maggio 2022 proprio a Carpi, che ha visto oltre 100 partecipanti, ha promosso incontri con l’Amministrazione comunale, operatori del settore, Associazioni, imprenditori della Regione che si occupano della coltivazione e prima trasformazione della canapa, con i docenti di Unimore, con dirigenti e insegnanti degli Istituti superiori Vallauri e Vinci.

E come raccontato dal comitato stesso, sono state diverse le iniziative portate avanti, tra cui:

  • Per il 2024, è stato pattuito con l’Amministrazione comunale di realizzare nell’area verde dell’oltreferrovia un padiglione con mattoni di canapa e calce, per valutare le prestazione e l’efficienza energetica della struttura su diversi parametri: temperatura, umidità, isolamento termico-acustico, traspirabilità, comfort abitativo
  • Con l’Istituto Vallauri e il sostegno di un imprenditore locale, invece, si vuole integrare il corso formativo di maglieria, con l’ideazione e la realizzazione di capi d’abbigliamento in tessuti di fibra di canapa
  • Ancora in fase preliminare, si è avviata una discussione con alcuni docenti di Unimore per studiare nuovi rami di “ricerca e sperimentazione” sulla canapa e le sue applicazioni, ma anche sulle altre fibre tessili di origine vegetale
  • Infine Pro Canapa, anche grazie al convegno di Carpi, ha concorso per la promozione di un progetto per un finanziamento regionale sul bando PR-FESR-laboratori 2023-2024- ricerca innovazione e competitività. Titolo del progetto: WATER RETTING 4.0 Sviluppo e sperimentazione di un bioreattore industriale per l’estrazione della fibra di canapa e la produzione sostenibile di tessuti e materiali per l’edilizia. Progetto che prevede un finanziamento di 499.800 euro.

Emilia Romagna: stanziati 500mila euro per la canapa
▶︎ Questo articolo è offerto da STORMROCK

UN DISTRETTO PER LE PRODUZIONI SOSTENIBILI

“La realizzazione del progetto di sperimentazione water retting 4.0 può dare impulso all’iniziativa per costruire una filiera territoriale della canapa (completa: dalla coltivazione alla trasformazione e alla produzione finale di filati e canapuli): la prima in Emilia Romagna, con evidenti benefici per l’economia locale, per gli operatori in campo produttivo ed agricolo e per imprimere un significativo contributo alla necessaria trasformazione ecologica della nostra economia. E per fare del distretto un centro di avanguardia per la moda sostenibile. Non solo nella produzione ma anche nella ricerca, utilizzando i laboratori tessili esistenti in collaborazione con la nuova Università carpigiana, il cui ruolo verrebbe così potenziato (ricerca sui filati biobased)”, ha spiegato l’associazione.

“Predisporre un progetto di filiera della canapa, comprensivo della sostenibilità economica e ambientale, non è impresa impossibile. Soprattutto se la sperimentazione del progetto water retting 4.0 darà risultati soddisfacenti (riduzione dei tempi e costi di macerazione e stigliatura)”.

E ancora, “L’investimento sulla canapa e sulle fibre naturali consentirebbe di tracciare una prospettiva per il futuro, di caratterizzare il distretto della moda in senso ecologico, di conferirgli una identità riconoscibile e trainante (da valorizzare eventualmente attraverso un marchio di area)”.

Un progetto che fa sognare, per promuovere e far risorgere il made in italy, ma che richiede la piena collaborazione di tutti. Il comitato, infatti, chiude con una domanda precisa: “Il nostro territorio, i nostri imprenditori sono interessati e predisposti a cogliere questa opportunità e affrontare questa sfida?”.



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio