CannabisHigh times

Effetto serra e riscaldamento globale aumentano il THC nella cannabis

Il riscalddraughtamento della Terra e le emissioni inquinanti aumentano i cannabinoidi nella cannabis coltivata in campo, dice un nuovo studio. Questa pianta trova il suo ambiente ideale nei climi secchi e ricchi di anidride carbonica e nella storia dei sequestri di cannabis da parte della polizia si trovano i massimi contenuti di THC dopo i peggiori periodi di siccità.

Più anidride, più THC. L’aumento di CO2 nell’aria dovuto all’inquinamento sta modificando i contenuti chimici della cannabis e di altre piante alimentari e medicinali. Le ricerche di Lewis Ziska e James Duke per il dipartimento dell’agricoltura statunitense, rese pubbliche anche da un’intervista su The Daily Climate, rilevano ad esempio come il contenuto di principio attivo nell’artemisia sia più alto se cresce in zone ad alto tasso di CO2. E lo stesso vale per cannabis e cannabinoidi. Al contrario, l’aumento di anidride carbonica fa scendere il contenuto di nicotina nella pianta del tabacco. I farmaci anti malaria più efficaci derivano dall’artemisia e un quarto dei farmaci industriali sono composti da sostanze presenti nelle piante comuni, già utilizzate nelle medicine etniche e tradizionali. I cambiamenti climatici e le nuove tecnologie di coltivazione potrebbero cambiare anche la diffusione delle erbe mediche nel mondo.

Guerrilla-grow-hideCannabis che inquina. In California, l’energia consumata per produrre cannabis pesa per il 9 % sul consumo elettrico domestico e 230 milioni di litri d’acqua vengono usati ogni giorno per coltivare 10.000 piante in campo. Questo non aiuta a superare la grave siccità che sta colpendo la regione negli ultimi quattro anni. Guerrilla grower ma anche coltivatori autorizzati prelevano e deviano corsi d’acqua per irrigare e riversano nella falda acquifera il carico inquinante di pesticidi e fertilizzanti. Questo non è un problema in Europa dove le coltivazioni sono diffuse e non concentrate in poche contee come nel caso degli Stati Uniti. E soprattutto non è un problema perché l’Europa continua a essere rifornita con i tradizionali prodotti marocchini affidati alle mani del narcotraffico. Quando la legalizzazione porterà un rapido aumento della produzione europea sarà utile affrontare anche il problema ambientale.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.