img2

Favorevoli o contrari alla legalizzazione delle droghe leggere? Sul Web il dibattito è quanto mai acceso. Scrive Boss Robot, su un forum di Yahoo: “Favorevole, fermo restando che si dovrebbero fare delle campagne sui mezzi di comunicazione per spiegare i pericoli”. La pensa diversamente Alessandro: “Contrario. La droga è una piaga, in ogni sua forma. Porta con sé enormi problemi di squalificazione sociale e pauperismo”, favorendo “la criminalità diretta e indiretta (anche più dell’alcool)”. Le tesi sono quindi divergenti, anche se, tra i giovani, una percentuale più alta sembra schierarsi a favore.

Ma la Rete informa sull’argomento? Sì, con siti specifici e dettagliati. Un esempio è “Osservatorio Droga”, rivista online costantemente aggiornata diretta da Fabio Bernabei; o legalizziamolacanapa.org, che fa riferimento all’Associazione per la Sensibilizzazione sulla Canapa Autoprodotta in Italia e che dispone, tra l’altro, di uno spazio in cui le vittime della legge Fini-Giovanardi possono inserire le loro testimonianze”.

“Droga e dipendenze: Che fare?”, invece, è il titolo di un blog dove vengono riportati “articoli e link sui temi delle dipendenze”. Un po’ come Sostanze.info, che ogni giorno pubblica pezzi “di interesse generale sulle sostanze psicoattive”, offrendo un servizio di domande e risposte anonime su problemi legati all’uso e all’abuso delle sostanze. 
Più istituzionale il sito dell’Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori), che ha al suo interno un apposito canale denominato “Droghe”.

Per chi invece volesse saperne di più su come funziona la legislazione olandese al riguardo, basta andare su www.olanda.cc, cliccare a sinistra “Politica e istituzioni olandesi”. Se si desidera, invece, una scheda più dettagliata sulla storia della cannabis è meglio visitare la pagina web “Disinformazione.it – Oltre la verità ufficiale”.


Uno dei portali più completi sembra essere, poi, fuoriluogo.it, che comprende: Rassegna Stampa (articoli di archivio sulla canapa estratti dallo stesso portale), collegamenti sulla canapa, canapa terapeutica e la scheda sulla sostanza.

C’è anche un partito politico che si batte, con forza, per la legalizzazione della canapa: il Movimento Liberale Antiproibizionista, il cui statuto è scaricabile online. Anche se non va dimenticato l’operato dei liberisti per antonomasia, i radicali italiani, che sul proprio sito danno un ottimo rilievo alle loro battaglie – ormai più che trentennali – per la legalizzazione delle droghe leggere.

Infine, i social network. Anche qui il tema è sentito. Un esempio per tutti, la pagina fan “500.000MILA FIRME X LEGALIZZARE LA MARIJUANA FATELO GIRARE”, che, seppur lontana dal traguardo prefissato, conta quasi quattordicimila “mi piace”.

Lorenzo Chiavetta
lorenzochiavetta@yahoo.it

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.