2014-11-02 04.20.09 pm

Da bambino non ho mai ispirato ad essere un coltivatore di Cannabis (Cannabis Breeder – CB). Pensavo, come tutti gli altri ragazzi, forse di guidare il camion dei pompieri o di fare il dottore ed aiutare la gente. Siamo onesti, il lavoro di un CB non esisteva nel mondo delle mie famiglie. Infatti da bambino di 8 anni non sapevo nemmeno cosa fosse… ma quali bambini lo sanno?

Ora ho 3 bambini miei e sono cresciuti insieme al mio lavoro, fin dalla nascita. Aiutano a pulire i semi e a confezionarli, come lavoro estivo, per permettersi cose del tipo I-Pod o auricolari skull candy. Ho realizzato che loro aspireranno a fare lavori che io non ho mai immaginato, perché al momento non esistono, così come il mio non esisteva poco tempo fa. Il mondo cambia lentamente, a momenti, ma con il tempo ha anche fatto un salto in avanti.

Al momento viviamo nel 21° secolo, in cui l’amore per le piante esiste, grazie ai pazienti che usano la Cannabis come medicina, e che sono oggi la testa del nostro movimento. Il CB è un tipo di vocazione a venire. L’amore per la pianta ci ha condotti fino a qui, in quanto senza di esso, se credessimo nell’autorità creata dall’uomo o ci fossimo inchinati solamente al grande commercio, avremmo perso la battaglia!

Negli anni ’90, gli anni d’oro della rinascita della Cannabis olandese, ho rilasciato una nuova specie di semi di cannabis ogni anno per la High Times Cannabis Cup con molto successo. Il mio percorso di viaggio e la collezione di semi mi hanno portato fino a qui; probabilmente il lavoro migliore che ancora non esisteva, mentre crescevo. Dal momento che ora è la mia realtà, paga il mio affitto e le mie bollette, da mangiare ed i trasporti e che significa lavorare da mattina a sera sulle piante di cannabis… questo è diventato il mio lavoro. L’amore per una singola specie di piante ha dato forma al mio mondo così come quello di altri che si sono sentiti come me. I lavori sono stati creati dove pochi minuti prima c’era un posto vacante! Disegni, filosofie, modi di vivere, responsabilità, dedicazione, onestà, amicizia venivano tutte influenzate da questa pianta unica. Ha aiutato così tanti di noi a concentrarci, lavorare e scoprire un significato nelle nostre vite! Era, e lo è ancora, un grande periodo nella rinascita della popolarità e delle applicazioni della Cannabis. Ora un secondo vento e gruppo improbabile ha dato una solida spinta, e lo sta ancora facendo, per legalizzare o per lo meno decriminalizzare la pianta per certe malattie mediche… è il movimento dei malati!

Licenze mediche e prescrizioni di medici hanno guidato l’attacco, assieme ai malati e ai pazienti che fanno uso di cannabis, che potremmo definire i fanti. Club di compratori stanno aprendo in tutti gli Stati Uniti (California + 13 altri stati) ed i pazienti che preferiscono medicarsi con la Cannabis ora stanno trovando modi alternativi per farlo. L’educazione, il breeding e la competenza nel coltivare stanno forgiando il futuro mentre la Cannabis sta creando lavoro dove prima non esisteva nulla. La “forza” dell’amore oggi non è più solamente un simbolo dell’era dei figli dei fiori passata, ma un metodo serio e compassionevoke per ottenere una vita migliore tramite la pianta della Cannabis.

Essendo uno dei proprietari del sito www.mrnice.nl e moderatore del relativo forum, ricevo in media 10 richieste di lavoro alla settimana da studenti di biologia nelle università di tutto il mondo. Vogliono fare ricerca o lavorare con la Cannabis ed utilizzare internet per andare a caccia di possibili datori di lavoro. Gli studenti universitari aspirano a lavorare per dare forma al loro futuro con la conoscenza e le applicazioni della cannabis, oltre a voler ricercare e sviluppare nuovi potenziali composti e prodotti generati da questa pianta. Mia madre non sa ancora come spiegare alle sue amiche cosa faccio come lavoro, ma vedo i nuovi impiegati di oggi farsi preparare il pranzo da portare via e farsi dare un passaggio dai propri genitori fino alla coltivazione di Cannabis. Come è cambiato il tempo?

Parlando con diversi amici proprietari di club negli USA e donando loro genetiche per le loro collezioni di madri, ho acquisito un’idea più precisa di come le cose si stanno muovendo. Le cose si muovono velocemente e lentamente, in base a chi chiedete! I malati pensano che i tempi e le loro voci contino ora, e stanno prendendo la situazione nelle proprie mani. Coloro che fanno uso ricreativo rimangono seduti sul recinto, non ancora pronti a saltare giù per essere considerati come la parte della legge che è ancora ferma in una Guerra della Droga! Perciò l’ipocrisia della Cannabis esiste, se sei ammalato sembra che i commercianti di Cannabis si possano trovare nelle applicazioni per I-Phone, mentre se sei una persona che fa uso senza essere ammalato, il tuo commerciante forse è anche un agente sotto copertura della Narcotici che cerca di beccarti mentre fai la stessa cosa, ma viene considerata illegittima nel caso sia una persona in salute a farne uso?

Qual’è il messaggio che viene dato alla gente in generale? Siate malati per poter fare uso di Cannabis legalmente? Siate malati per avere una voce nel movimento della Cannabis? Oppure noi (i malati) decidiamo cosa sia meglio per noi stessi da usare per far fronte alle nostre malattie? Il messaggio attuale non è chiaro ancora oggi! La verità non è davvero conosciuta e nemmeno lo è qualsiasi persona a capo di questo movimento come invece dovrebbe essere di norma… è un gioco di gruppo e tutti i componenti contano!

Ora in certi casi, c’è un coltivatore medico designato per la coltivazione di cannabis per vari pazienti che non è in grado di coltivare. Ciò ha molto senso ed apre l’industria della Cannabis a tutti coloro che possano teoricamente farne parte in modo legale. I coltivatori in salute possono coltivare per chi usa ed è malato, venire tassati dai propri governi esprimendo un forte messaggio di compassione semplicemente coltivando una pianta di cannabis. Senza menzionare i lavori e le extra tasse ed un minore impatto sull’ambiente, che sono riservate al futuro! Sembra che esso appaia verde e positivo per i membri del movimento mondiale della cannabis. È responsabilità di ciascuno di noi far si che il movimento continui ad essere forte, ciò significa essere affidabili e dedicati alla causa e non deviare dalle ragioni che per nostra grande fortuna hanno funzionato a nostro vantaggio. È arrivato il momento in cui dobbiamo resistere all’avidità, al potere e all’egoismo e buttarci nella causa. Dimostrare a tutti dov’è finito l’amore…dentro una pianta della natura chiamata Cannabis!

 





Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.