Le-10-domande-da-fare-prima-di-assumere-un-avvocato_3Salve, ho 23 anni e per la prima volta ieri sera sono stato sorpreso mentre stavo facendo uno spinello in macchina dai carabinieri, mi hanno sequestrato 1,23g di hashish e mi hanno ritirato la patente. Ora volevo sapere perché il ritiro della patente visto che io non stavo ne fumando e ne guidando? ho capito che mi hanno segnalato in via amministrativa, quindi ora cosa rischio che mi facciano le analisi, una multa o che cosa altro? io ho assolutamente bisogno della patente per lavoro come faccio? i miei genitori sono sempre stata gente per bene mi hanno sempre insegnato i principi della vita e se venissero a sapere una cosa del genere mi butterebbero fuori di casa perché davvero non riescono a capire queste cose. Come posso fare per evitare che arrivino lettere dalla prefettura o dai carabinieri a casa mia. Scusatemi ma sono depresso e non riesco nemmeno a dormire la notte saluti. Manuel

La sospensione della patente è una misura amministrativa che prescinde dal fatto di essere sorpresi al volante di un’auto in stato di assunzione di stupefacenti. Nel tuo caso, dunque, è stato applicato l’art. 75 dpr 309/90. dovrai sottoporti ad analisi, ma non subirai sanzioni pecuniarie. Per recuperare la patente ti consiglio di rivolgerti ad un avvocato per valutare se esistano gli estremi per proporre ricorso al GdP. Per non ricevere a casa comunicazioni deve eleggere un domicilio, cioè indicare un luogo dove tu possa ricevere gli avvisi senza problemi (la casa di un amico, di un parente etc.).

Ciao, vorrei sapere se la Sardegna (Regione a Statuto Speciale) può esercitare la sua autonomia anche in una materia come quella della Legalizzazione della Cannabis. Ho dato una lettura allo statuto e per quanto riguarda la salute pubblica sembra esserci davvero poco. Ma non c’è nessun cavillo? Vi ringrazio anticipatamente. Ivan

Assolutamente no. La legalizzazione della cannabis involgerebbe una modifica della vigente legislazione penale, che è materia di esclusiva competenza dello Stato. Così come prospettato il quesito, non si tratta, infatti, di problema attinente alla salute. Solo l’eventuale uso terapeutico in ambito di sperimentazione medica potrebbe essere devoluto alle competenze della Regione.

Nel 1998 un mio amico viene fermato con sostanza. Non ritirano subito la patente ma succesivamente la prefettura gli invia una lettera per le analisi del sangue e successivo iter per ottenere la patente (mai sequestrata). La lenta burocrazia italian fa si che la cosa cada nel dimenticatoio per 10 anni. Nel 2008 scade la patente, si presenta per il rinnovo ma un “solerte” impiegato gli contesta i 10 anni trascorsi, alludendo presunte correità con impiegati e dottori. Cosa del tutto assurda. Semplicemente si è inceppata la “burocrazia”. In questo caso è possibile ottenere la prescrizione? È obbligato a seguire le procedure del caso?
P.S. In questi 10 anni non è stato nuovamente fermato ma è iscritto al SERT volontariamente. Grazie per la sua cortese e professionale risposta. Pietro

La situazione che mi hai descritto è paradossale, ma in Italia, ormai non vi è più da stupirsi di nulla. Il decorso dei 10 anni non è da collegare alla prescrizione del reato (qui reati non si ravvisano), ma è da porre a riferimento della valenza dell’atto amministrativo. Quindi, nessun problema e se qualche solerte impiegato avanzasse dubbi o sospetti riservati di presentare denunzia all’Autorità; penso che ogni equivoco sarà risolto.

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.