avvocato-672Salve, per prima cosa vi faccio i complimenti per il vostro operato. Sono un ragazzo di 26 anni. Alcuni giorni fa guidando la mia Vespa, ho fatto un incidente con un’auto che non mi ha dato la precedenza a un incrocio. Essendomi rotto una clavicola mi hanno portato al PS e, dopo tutti gli esami, mi hanno fatto anche le specifiche, come ora è prassi. La mia alcolemia era ok (0,06), ma sono risultato positivo ai cannabinoidi nelle urine. Non nego di aver consumato cannabinoidi nella mia vita (anzi), ma l’ultima volta risaliva a 48 ore prima dell’incidente, quindi non ero sotto l’effetto di alcuno stupefacente. Come mi devo comportare per evitare il procedimento penale e tutto quanto ne consegue?
Thomas

Si tratta dell’ormai annoso problema concernente la durata nel tempo degli effetti dell’assunzione di stupefacenti e in special modo di cannabis. Finché sarà vigente la presente legislazione che non permette di operare distinzioni sul momento reale di assunzione di droghe leggere, equiparando ingiustamente la situazione di chi venga colto all’atto di avere assunto da poco stupefacenti (cannabis) a chi abbia fatto uso della stessa sostanza da giorni, non verrà operata alcuna distinzione fra circostanze oggettivamente differenti tra loro. Senza addentrarmi in disquisizioni approfondite, reputo che i controlli deputati dovrebbero potere permettere di accertare il tempo effettivamente intercorso dall’assunzione della sostanza. Ciò sarebbe necessario per determinare se effettivamente tale lasso di tempo sia tale da permettere di escludere che l’interessato si trovasse sotto l’effetto di psicotropi e, quindi, si trovasse nella condizione sanzionata dall’art. 187 CdS. Allo stato il procedimento penale è inevitabile; le consiglio di difendersi adeguatamente.

Salve, un mio carissimo amico residente in una città diversa rispetto la mia è agli arresti domiciliari per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Considerando l’art 284, co.2 c.p.p. come faccio a sapere se esistono tali limitazioni, se non posso comunicare?.. Ancora..nuovi mezzi di comunicazione, come ad es. Msn o Yahoo sono considerabili alla pari di quelli “normalmente ” utilizzati per la comunicazione?? Grazie anzitempo per la vostra disponibilità.
Chiara

E’ un bel quesito questo. Le consiglio di scrivergli, perché tra i divieti che usualmente vengono applicati a corollario della misura ed in specifici ed eccezionali casi non viene ricompreso mai quello di comunicare a mezzo della vecchia e cara posta ordinaria. L’uso di strumenti internet viene equiparato all’uso del telefono, sicché essi possono interdetti.

Salve, volevo sapere se a seguito di denuncia di possesso di stupefacenti, 12 gr. di marijuana, è possibile che venga vietato l’espatrio per un determinato periodo? In caso di divieto, dopo quanto tempo avviene tale comunicazione?
Anonimo

Non credo che una situazione del tipo di quella prospettata possa legittimare l’adozione di una misura cautelare, anche se non invasiva come il divieto di espatrio. Tale misura dovrebbe essere applicata dal GIP su richiesta del PM dopo l’instaurazione di un procedimento penale. Ribadisco che trattandosi di un fatto di pura detenzione, i timori manifestati
non dovrebbero essere fondati.

Buon giorno, ho fatto esame del capello il 30/06/08 e mi hanno trovato positivo alla cannabis, premetto che è un anno e mezzo che non fumo, sicuramente è fumo passivo. Comunque, ho la ragazza in gravidanza e devo ricominciare l’iter, volevo chiedere posso tramite avvocato anticipare la visita medica visto che ci sono tempi di attesa di 4 mesi?
Nicola

Gentile utente, certamente lei potrà chiedere personalmente (o se ritiene tramite avvocato) la anticipazione della visita medica, esponendo per scritto la sua situazione personale
e documentando lo stato di gravidanza della sua ragazza.

Precisazione sul servizio “legale. antiproibizionisti.it”
Il nostro servizio non mira a fornire consulenze alternative all’attività dei singoli professionisti.
Vale a dire che non verranno più evase le richieste e le domande che riguardino procedimenti penali in corso, con imputati/indagati che chiedano verifiche di attività processuali svolte dai loro difensori.
Non riteniamo, infatti, deontologicamente corretto invadere il campo altrui, spesso senza conoscere gli atti di causa. Il nostro è un servizio informativo, che si può esplicare al più solo in assenza di professionisti nominati.

Per inviare una domanda scrivere un’email a legale@antiproibizionisti.it oppure una lettera a Dolce Vita, via Mac Mahon 89, 20155 Milano (che sarà poi inoltrata ad antiproibizionisti.it)

 





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.