HipHop skillz

DJ GRUFF @ Cantina Mediterraneo Frosinone – 24 Marzo (report)

DJ GRUFF @ Cantina Mediterraneo Frosinone – 24 Marzo (report)Il concerto in Cantina Mediterraneo di DJ Gruff arriva, a Frosinone, dopo una serie di eventi che hanno portato nel capoluogo ciociaro la punta di diamante del rap, quello che appare sulle copertine delle riviste specializzate e non, e che fa gridare allo scandalo il pubblico della domenica pomeriggio sintonizzato su Giletti.
In rapida sequenza si sono, infatti, alternati Fabri Fibra (protagonista di un’ospitata in discoteca di ben 20 minuti), Marracash e Entics mentre, in contemporanea al set di Sandro Orru, a qualche chilometro di distanza si è esibito Emis Killa. Proprio ai rappresentanti di questa scena Sandro aveva dedicato, in Rete, pochi mesi fa qualche parolina nel suo stile che aveva increspato il mare già agitato del rap italiano: “Mi era arrivata una voce tempo fa che Marracash avrebbe gradito fare una musica con me. Mi ha fatto un po’ strano – poi mi hanno mostrato il video. Grazie Marra sei molto gentile. Si potrebbe fare ma non posso venire nel tuo circuito. Io schifo il tuo circuito”. Di tutt’altro tipo il circuito che si è riunito nel locale di Frosinone e che si è trovato di fronte a un Gruffetti preso benissimo, che già sul proprio profilo Facebook aveva preannunciato che sarebbe stata una serata speciale. E così è stato: la platea – parecchio eterogenea, la cui maggior parte era composta da gente che quando Gruff ha iniziato a far girare dischi non era ancora nata – ha accolto con entusiasmo pezzi più recenti e meno in scaletta di un set durato più di un’ora. Uno dei padri fondatori dell’hip hop italiano – chi ci legge conoscerà senz’altro i nomi di Sanguemisto, Alien Army, Radical Stuff, Isola Posse, che hanno formato generazioni di bboy e dimostrato quanto sia importante l’attitudine nel fare musica – ha esordito presentandosi di fronte al pubblico con una session di scratch, tecnica che da sempre dà forma e sostanza alla sua cifra stilistica (“Resto con gli scratch dove ho ancora tutto da imparare: il mio tempo è iniziato scratchando e finirà scratchandoʼʼ, così ha scritto in occasione dell’uscita di “Phonogruff”, come da lui stesso dichiarato, album deputato a chiudere la sua discografia). In mezzo, pezzi come “Svarionato”,” Bom Cilomo” (entrambe accolte da incontenibile entusiasmo da parte dei presenti), “Uuuu”, “Lo sportello”, “Alla fine del fatto”,  “Cose che”.
DJ GRUFF @ Cantina Mediterraneo Frosinone – 24 Marzo (report)A dargli man forte, le incursioni al beatbox del nostro Minderz, vecchia conoscenza di Mr. Gruffetti avendo diviso più volte con lui il palco, e di Mouri, che ha dato dimostrazione di rara potenza nel padroneggiare da maestro l’arte del freestyle. Chiusura a tarda ora affidata al DJ set in chiave reggae di WhattaPipe family, mentre i ragazzi si accalcavano per un autografo o per una foto con Gruff.
Di tutto rispetto il lavoro compiuto al mixer dal fonico Jahmekya, che ha permesso un ascolto senza sbavature di suoni ed effetti (nonostante si suonasse al chiuso, i volumi non hanno infastidito nessuno spettatore). Notevole anche lo sforzo organizzativo della MadBrothers production. Bilancio della serata? Tutto positivo. È con questi musicisti che il rap italiano ha mostrato di essere originale, di avere dignità propria, di non aver bisogno di scimmiottare nessuno per vendere due copie in più. Lunga vita all’attitudine di Gruff, al suo essere fuori da un “circuito” che nemmeno lo lambisce, cuore, muscolo e anima di un hip hop che nel suo stupore infantile ricorda il “Pinocchio” di Carmelo Bene: “Pinocchio rifiutato alla crescita è, se si vuole, la chiave del mio smarrimento gettata in mare una volta per tutte”.

————————————————————————————————————————————————

Onami (Quintomondo)



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio