Terapeutica

Depositato in Sicilia il ddl per l’uso di cannabis terapeutica

img5

Palermo, venerdì 11 gennaio, nell’ufficio del Movimento 5 Stelle, ho presentato all’attenzione dell’On. Giancarlo Cancelleri, la proposta di legge per l’erogazione di cannabis terapeutica. A vagliare la proposta per la futura legge, già in vigore in Toscana, Liguria e Veneto, oltre al vicepresidente On. Cancelleri, gli onorevoli eletti col Movimento 5 Stelle. Dopo una lunga discussione tenuta per spiegare ogni aspetto dell’iniziativa, la proposta è stata presa in considerazione e, in meno di una settimana, depositata come ddl (disegno di legge).

Presto, se verrà approvato, questo ddl permetterà anche in Sicilia di applicare una norma entrata in vigore quasi sei anni fa: infatti, grazie all’allora Ministro della Salute – Livia Turco – i medicinali cannabinoidi sono stati inseriti nella Tabella II, sezione B delle sostanze stupefacenti e psicotrope dotate di proprietà terapeutiche (DM 18 aprile 2007).

Il disegno di legge, regolerà le modalità di erogazione dei farmaci e delle preparazioni galeniche magistrali a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche. Ho appreso la notizia attraverso un sms che, sinceramente, mi ha commosso: avendo conosciuto decine di persone che hanno tratto beneficio dall’uso della cannabis per la terapia contro il male che li affligge, sono felice di poter contribuire in qualche modo nel dare la stessa opportunità a chi vive in Sicilia.
Sottolineo comunque che solo il primo passo è stato fatto: il secondo sarà di assegnare il ddl alla commissione sanità, il terzo sarà farlo calendarizzare in commissione, poi inizierà il lavoro di discussione e trattativa – tra i gruppi, con le associazioni di pazienti – e, appena uscita dalla commissione, passerà al voto in aula. Una volta approvata, ci sarà la battaglia finale coi tecnici sanitari della regione sul regolamento che riceveranno le direzioni di Asl ed ospedali, cioè tradurre la legge in atti concreti e vincolanti.





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.