Benedetto-Della-VedovaBenedetto Della Vedova, senatore e sottosegretario agli Esteri del governo Renzi, ha scritto un appello a tutti i parlamentari italiani per aderire ad un intergruppo parlamentare per la legalizzazione della cannabis in Italia. L’iniziativa è stata annunciata in un’intervista all’Huffinghton Post, nella quale ha precistato di ritenere la creazione dell’intergruppo lo strumento ideale per fare emergere posizioni che sono trasversali e presenti in tutti gli schieramenti politici.

“L’ANTIPROIBIZIONISMO E’ UNA CONCRETA OPZIONE DI GOVERNO”. Nella lettera inviata a tutti i parlamentari Della Vedova prende spunto dalla recente relazione della Direzione nazionale antimafia (Dna) che ha messo a nudo il totale fallimento delle politiche repressive verso la cannabis e chiede a tutti gli onorevoli desiderosi di studiare nuove opzioni legislative di unire i propri sforzi al di là delle appartenenze partitiche. Secondo Della Vedova, le novità in materia che arrivano dagli Usa rendono evidente come “l’opzione antiproibizionista sulla marijuana non è più semplicemente un’idea, ma è diventata una concreta opzione di governo, con una dimostrabile efficienza sul piano fiscale e effetti positivi sul piano sociale e sanitario e del contrasto alle organizzazioni criminali”.

ELABORARE UNA PROPOSTA ENTRO FINE LEGISLATURA. Un intergruppo parlamentare è un organismo associativo spontaneo costituito su base volontaria da parlamentari appartenenti a gruppi parlamentari diversi per sviluppare iniziative, studi o attività su una tematica di comune interesse. L’intergruppo per la legalizzazione della cannabis, secondo Della Vedova, dovrà porsi l’obiettivo di “rivolgersi insieme a opinione pubblica e forze politiche e di lavorare a una proposta comune, credibile e concreta da presentare, entro questa legislatura, all’attenzione delle camere”. La lettera del parlamentare antiproibizionista (in passato autore di battaglie per la legalizzazione insieme a Marco Pannella) si conclude con un appello a tutti i colleghi: “Le mie responsabilità di governo, al momento, non mi consentirebbero di coordinarne i lavori, ma sono più che disponibile a promuoverne la costituzione e a parteciparvi da parlamentare semplice. Qualcuno ci sta?”.





2 Comments

  1. Speriamo bene… ho una voglia matta di mettermi al servizio della comunità in maniera attiva e la mia speranza, nonchè sogno, è di entrare a far parte di un futuro CSC sia come membro attivo che anche come possibile coltivatore. Speriamo nel meglio e continuiamo a tenere duro!!!!

Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.