CannabisHigh times

Ddl Cannabis: bocciate tutte le proposte per la legalizzazione, no anche all’autoproduzione per i malati

Ddl Cannabis: bocciate tutte le proposte per la legalizzazione, no anche all'autoproduzione per i malatiLe Commissioni parlamentari riunite di Giustizia e Affari Sociali stanno votando in questi minuti gli ementamenti al testo Miotto, ovvero la legge che ha sostituito la proposta di legalizzazione sostenuta dall’intergruppo.

Il governo sta respingendo tutti gli emendamenti migliorativi al testo proposti dall’intergruppo parlamentare per la legalizzazione della cannabis:  bocciata la proposta di vendita legale di cannabis, bocciata persino la liceità della coltivazione personale anche solo per l’uso terapeutico. I malati quindi non potranno coltivare in autonomia la cannabis, neppure di fronte alle evidenti lacune del sistema di produzione e distribuzione messo in piedi dal ministero della Salute.

Il relatore della legge per la commissione Giustizia, l’antiproibizionista Daniele Farina (Sinistra Italiana) ha appena annunciato di aver presentato le proprie dimissioni da relatore, dichiarando: «Si sta approvando un testo molto distante dal dibattito pubblico di questi anni in Italia e dalle esperienze che vanno svolgendosi in diversi stati del mondo. Un testo molto timido anche per i fini, terapeutici, che vorrebbe facilitare al punto da dubitare fortemente della sua efficacia. Dimissioni necessarie che rendono più libero me e il gruppo di Sinistra Italiana per il confronto in Aula».

Il testo di legge è già calendarizzato per passare alla Camera per il voto entro l’autunno, e già dalla prossima settimana potrebbe quindi approdare in aula, dove Sinistra Italiana e il Movimento 5 Stelle hanno già annunciato battaglia per portare nuovi emendamenti migliorativi a un testo che, allo stato attuale, è una vera e propria presa in giro.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button