img1

Dalla tradizione orientale arriva il nuovo e ultimo trend dei kokedama, letteralmente perla di muschio. Secondo la storia orientale i kokedama sono i bonsai dei poveri, ovvero di coloro che non potevano permettersi un vaso e che quindi erano soliti creare una palla ricoperta di muschio entro cui inserire la pianta. Da qui deriva l’utilizzo del termine kokedama in riferimento ad un differente metodo di coltivazione.

I fratelli minori dei bonsai possono essere posizionati su simpatici vassoi o appesi con fili invisibili in modo che rimangano sospesi in aria, dando così un tocco inusuale e decisamente originale alla vostra casa. Questa forma di giardino verticale, suggerita in particolare per le piccole superfici, è creata con materiali totalmente naturali così da ottenere un prodotto al 100% sostenibile.

La cosa più importante per fare un buon kokedama è la scelta della pianta. Il consiglio è, soprattutto se si è al primo tentativo, di utilizzare specie che non crescano troppo e adatte alla vita in appartamento. Occorre poi combinare tre parti di terriccio universale con una parte di terra per bonsai. La terra, lavorata ed inumidita, deve assumere una forma sferica grazie al contenimento, mediante ausilio di uno spago sottile, di un velo di muschio dove verrà posizionata la pianta scelta.

Innaffiatelo per immersione tutti i giorni, ovvero con delicatezza immergetelo in una bacinella piena d’acqua e poi, sempre con delicatezza, strizzatelo. Soprattutto i primi giorni potrà capitare che la piantina perda foglie e fiori, ma non preoccupatevi: si riprenderà.

A questo punto non resta che scegliere la pianta e iniziare a creare il proprio paradiso verticale!

img3 1

 





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.