Finalmente scritto il destino per forchette, coltelli e cannucce in plastica: dal 2021 saranno bannati dall’Europa insieme a prodotti simili monouso.

Una misura attesa e resa necessaria dalle crescenti preoccupazioni per l’inquinamento legato alla plastica negli oceani. A spingere in questa decisione anche le nuove politiche di Cina e India non più diposte a importare rifiuti di questo tipo nei loro paesi, rifiuti che ora l’Occidente spedisce in Malesia, Vietnam e Thailandia.

Gli stati dell’UE potranno decidere autonomamente i metodi per ridurre l’uso di prodotti monouso e dovranno impegnarsi a riciclare almeno il 90% delle bottiglie di bevande entro il 2029.

Attualmente l’Europa ricicla solo un quarto dei 25 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica che produce ogni anno, mentre l’80 percento dei rifiuti che inquinano i mari sono proprio dovuti alla plastica.

Il gruppo di lobbisti EuroCommerce, i cui membri comprendono Tesco, Lidl, Carrefour e Metro, ha chiesto attraverso il suo presidente Christian Verschueren che i governi facciano la loro parte per contribuire al successo del riciclaggio: «Senza una corretta infrastruttura di gestione dei rifiuti e strutture di riciclaggio sufficienti non raggiungeremo un’economia circolare o gli obiettivi di questa direttiva».

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.