Buone notizie

Dai funghi l’alternativa sostenibile alla pelle animale

Negli ultimi anni sono cresciute le critiche e le preoccupazioni per l’inquinamento causato dalla lavorazione delle pelli, per le conseguenze sulla salute dei lavoratori nelle concerie e per il trattamento degli animali. Per questo nel tempo la ricerca di alternative sostenibili alla pelle animale ha preso piede con soluzioni di cui non abbiamo mancato di dare cronaca: c’è l’eco-pelle cresciuta in laboratorio, quella stampata in 3D, quella ricavata dagli scarti della lavorazione dell’ananas o quella di pesce derivata dagli scarti dell’industria alimentare o ancora quella proveniente dal cactus.

L’ultima riguarda i funghi, più specificatamente il micelio, la parte del fungo paragonabile alle radici (mentre quello che si mangia è il frutto), che a determinate temperature, livelli di umidità e altri fattori ambientali, produce delle fibre. Da qualche tempo viene utilizzato per creare plastica, materiale da imballaggio, carne vegetale, tessuti per vestiti, scarpe e borse. Alcuni laboratori stanno cercando di ricavare un materiale simile alla pelle ma più rapido da produrre e meno inquinante rispetto a quella ricavata dagli animali e a quella di origine sintetica, fatta spesso con la plastica.

Il cuoio di funghi è l’ultimo ritrovato nel campo dei biomateriali e promette di sostituire il cuoio animale imitandone resistenza e apparenza. Meglio addirittura dei materiali alternativi di origine plastica. Uno dei vantaggi di questo materiale è anche quello di essere colorabile con semplice tè grazie alla capacità colorante del tannino, rendendolo di fatto completamente biodegradabile.

Dai funghi l'alternativa sostenibile alla pelle animale





SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Articoli correlati

Back to top button

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.