Da diversi anni le operazioni di raccolta sono fiorite in molte destinazioni montane. Tuttavia, il problema dei rifiuti in alta quota è ancora rilevante.

Grande eco ha avuto giustamente la situazione in cui versa l’Everest e i provvedimenti per porre rimedio a questo scempio ambientale, ma anche le vette meno altisonanti convivono con l’immondizia e frequenti iniziative di pulizia tentano di porre l’attenzione sulle nostre brutte abitudini per sensibilizzare gli amanti della mantagna al rispetto per la natura.

In questo quadro rientrano le attività promosse in Svizzera per coinvolgere i cittadini e soprattutto i turisti a riportare a valle i “resti” della stagione invernale. I Clean-Up Tour, ad esempio, dalla Romandia si sono a poco a poco espansi a Hasliberg, Gryon, Nendaz, Zinal e arriveranno fino ad Airolo in Ticino.

Mentre per motivare alla raccolta, il progetto Sherpa, lanciato dall’azienda ticinese dei rifiuti, dalla Federazione alpinistica ticinese e dalla locale del Clup Alpino svizzero, ha addirittura messo in palio dei premi ecologici tra i partecipanti.

 





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.