Secondo una ricerca pubblicata su Nature Communications sarebbe possibile, con un accorgimento minimo, convertire i nostri attuali condizionatori in filtri per catturare CO2.

Il team di studiosi tedeschi e canadesi che hanno collaborato per “incrementare” le funzionalità dell’elettrodomestico, sia esso all’interno delle nostre abitazioni, negli uffici o nei centri commerciali, basterebbe un filtro e un elettrolizzatore: mentre il primo avrebbe il compito di catturare disossido di carbonio e umidità dall’aria esterna, il secondo invece sarebbere responsabile di scomporre le molecole di acqua (H2O) per ottenere idrogeno (H2). Combinando le molecole così ottenute con la CO2 prelevata dall’atmosfera sarebbe possibile ottenere idrocarburi combustibili.

La tecnologia nota da tempo e attualmente in fase di sperimentazione permetterebbe quindi di convertire anche i nostri condizionatori privati in macchinari che, oltre a rinfrescare le nostre abitazioni, catturano CO2 e la trasformano in carburante sintetico. A dimostrazione di ciò gli autori riportano nella pubblicazione i loro studi applicati a tre casi reali a Francoforte.

Per rendere sostenibile il processo bisognerebbe tuttavia garantire che i condizionatori vengano alimentati da fonti rinnovabili e che il carburante venga prodotto in loco.

La tecnologia sarebbe un passo in avanti verso un’economia circolare della CO2

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.