controlli-alla-guida

Nei giorni scorsi è stato firmato l’accordo esecutivo del protocollo d’intesa tra il Dipartimento Politiche Antidroga e la Direzione centrale della Polizia di Stato del Dipartimento della pubblica sicurezza. Sembrerebbe che l’accordo esecutivo preveda il finanziamento di 700mila euro che consentiranno l’acquisto degli strumenti precursori necessari ad effettuare i controlli preliminari della presenza di stupefacenti in capo a conducenti autoveicoli e i relativi kit diagnostici e per il successivo accertamento di laboratorio. Lo scopo è nobile, ma la metodologia è errata.

Risulta evidente che, nonostante la giurisprudenza abbia predicato il principio che gli attuali controlli per l’accertamento dello stato di ebbrezza da stupefacenti (compresi quelli effettuati con i kit in questione e successivamente presso presidi sanitari) costituiscano metodiche non idonee a verificare se la persona sia effettivamente alla guida sotto l’effetto di droghe (art. 187 CdS), altri organi dello Stato (DPA in particolare) proseguono per la loro strada, ignorando ingiustificatamente gli esiti di un vivo e quotidiano dibattito forense.

Si osserva che il protocollo in oggetto si rivela assolutamente inutile. Vi è, quindi, da temere che, alla luce di questa scelta, si rafforzerà quell’indirizzo che intende sanzionare senza prove gli automobilisti, travisando il vero scopo cui l’art. 187 CdS mira ad assolvere.

Rimane, inoltre, il concreto dubbio che nessuno abbia preventivamente testato l’efficacia del kit per il controllo dei precursori e che nessuno si sia reso conto che questa strumentazione non è adatta ad individuare effettivamente lo stato di alterazione del conducente. D’altronde il protocollo di accertamento oggetto dell’intesa fra DPA e Polizia di Stato presuppone successivi controlli ospedalieri.

È quindi evidente che gli strumenti tanto magnificati servono solo a livello puramente indicativo e nulla più: creano solo un mero sospetto. Essi rilevano una generica presenza di stupefacenti, senza fornire prova vera della violazione dell’art. 187 CdS. Senza dimenticare che in ospedale il medico dovrà operare un’ulteriore visita anamnestetica per verificare se la persona sia effettivamente in stato di alterazione, controllo che nel 95% dei casi smentisce il dato strumentale e di analisi.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.