AMARANTHUS SPINOSUS
– allucinogeno, delirogeno

L’Amaranthus spinosus è una pianta originaria delle Americhe tropicali ma è presente anche negli Stati Uniti e nelle regioni tropicali e subtropicali dell’Asia e dell’Africa. Pianta invasiva e dannosa ad altre coltivazioni, l’amaranto spinoso è un’erbacea che arriva fino a 100-130 centimetri, molto ramificata, con stelo glabro e leggermente pubescente, di color verde, spesso con sfumature rossastre. Le foglie sono alternate, lanceolate o romboidali, completamente glabre, leggermente venate quando la pianta è giovane. L’infiorescenza è rappresentata da spighe che si presentano ramificate alla base.

Come molte altre specie simili, viene impiegato in Africa nell’alimentazione umana; altrettanto avviene in Tailandia, paese in cui la pianta è chiamata Phak Kholm, così come nelle Filippine. Le popolazioni rurali della Nigeria lo consumano come vegetale, soprattutto nei periodi di siccità; la sua cenere viene impiegata come salinificatore in Uganda, mentre in Sudafrica trova impiego come polvere da fiuto, da sola o mischiata con tabacco.

In Cina è utilizzato nella farmacopea tradizionale contro il diabete, mentre i semi, ridotti in poltiglia, sono applicati sulle fratture; trova anche impiego contro le emorragie interne, la diarrea o le mestruazioni molto intense; la radice viene usata come diuretico. Usi più o meno analoghi li si ritrova in tutto il sud-est asiatico, anche se in India e in Nepal lo si vuole efficace anche come abortivo.

Sembra che una specie non identificata di Amaranthus sia stata usata con un’altra altrettanto non identificata pianta (siroru) dagli Indigeni Orokaiwa del Mount Lamington nel corso di cerimonie religiose allo scopo di provocare una sorta di “tremito sacro” (Thomas, 2000).

ANAGALLIS ARVENSIS
– stimolante, euforizzante

L’anagallide o mordigallina è comune in tutta Europa e in Asia. La si ritrova in terreni sia coltivati che incolti; pianta annua, strisciante, molto bassa che raramente raggiunge i 50 centimetri. Le foglie sono ovali, i fiori piccoli di color rosso vermiglio con centro purpureo. Più raramente si ritrovano esemplari color rosa carne o lilla; come pianta ornamentale se ne conosce una varietà a fiori blu.

La parte aerea racchiude diverse saponine e un enzima di cui non si conoscono ancora bene le proprietà farmacodinamiche; tra le saponine si deve ricordare la ciclamina, molto tossica in particolare per i pesci; in alcune regioni dell’India questa proprietà viene utilizzata per la pesca. Tra gli altri componenti chimici presenti nella pianta troviamo flavonoidi, triterpeni, cucurbitacine e acidi caffeici.

Un tempo utilizzata nella medicina popolare contro le eruzioni cutanee e le ulcerazioni, oltre che come diuretico e colagogo, l’Anagallis trova impiego oggi soltanto in omeopatia, anche a causa della sua tossicità. Il suo utilizzo anche come antidepressivo e nel trattamento dell’epilessia e dei disturbi mentali suggerisce che possa avere un’azione psicoattiva, anche se mancano completamente dati in merito. Una possibile azione stimolante è suggerita dal nome stesso, Anagallis, che deriva dal Greco anagelein, “ridere con gusto”.

a cura di Gilberto Camilla
Etnopsicologo e psicoterapeuta. Appartiene al “nucleo storico” della SISSC, ne ricopre attualmente la carica di Presidente e ha pubblicato diversi libri sugli stati di coscienza. Dal 1994 al 2018 è stato Direttore Scientifico della rivista “Altrove”





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.