Lifestyle

Come funziona il reddito di base universale, cioè destinato a tutti

Come funziona il reddito di base universale, cioè destinato a tutti

Come suggerisce il nome, la proposta del Reddito di base universale interessa tutti. Alcuni, per chiarire ulteriormente il concetto, aggiungono “Incondizionato”; ovvero, non richiede condizioni particolari. Di fronte a questo, molte persone si chiedono: perché è destinato a tutti, se alcuni non ne hanno bisogno? La risposta riguarda almeno due aspetti: uno concettuale e l’altro pratico.

Il Reddito di base interessa tutti perché si tratta di un nuovo diritto che, come tale, deve valere per tutti gli individui allo stesso modo. Non è una donazione, né un regalo, né una “paghetta”, come sostengono molti, cercando di sminuirlo; al contrario, è qualcosa paragonabile a un Diritto Umano. Pertanto, ogni essere umano ne ha diritto. Naturalmente ci vorrà del tempo prima che arrivi a tutti, e bisognerà iniziare da gruppi più ridotti (paesi o regioni, ad esempio), ma l’obiettivo è senza dubbio globale.

Come funziona il reddito di base universale, cioè destinato a tuttiÈ altrettanto evidente che il Reddito di base universale è un meccanismo altamente redistributivo, cioè redistribuisce fra tutti la ricchezza in modo più equo, per compensare le ingiustizie di un sistema come quello capitalista. Come tale, reperisce risorse da chi possiede di più per poi distribuirle fra chi ne ha bisogno, proprio come abitualmente avviene per le imposte progressive. Ma non lo fa in modo discriminatorio, fissando delle condizioni che si devono rispettare, bensì lo fa in modo molto più trasparente (e qui si può notare il secondo aspetto della risposta, quello pratico) e semplice: ogni persona riceve delle risorse economiche minime; da quel momento in poi, chi ne ottiene in eccesso, dovrà restituire quelle risorse sotto forma di tassa, invece chi possiede di meno (e ne ha più bisogno) potrà utilizzarle per le proprie esigenze senza dover restituire nulla.

Immaginiamo di essere un gruppo di 10 persone che deve attraversare un deserto, e per questo ognuno avrà bisogno di 1 litro d’acqua. Partiamo da una situazione in cui alcuni hanno diversi litri d’acqua e altri non hanno niente. Quello che facciamo è creare un fondo comune di 10 litri d’acqua, da cui consegnare a ognuno il litro d’acqua di cui ha bisogno. Per alimentare questo fondo comune, coloro che hanno contribuito in misura maggiore sono coloro che avevano più acqua. Si tratta di un meccanismo semplice, solidale, giusto e rassicurante, in quanto ci permette di attraversare il deserto senza preoccupazioni, sapendo che tutti hanno il minimo necessario. È arrivato il momento del Reddito di base universale.

Fonte: Pressenza

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button