Shantibaba's bag of dreams

Come allestire una growroom utilizzabile tutto l’anno

3Dal momento che sempre più persone desiderano avere a disposizione una costante quantità di produzione di fiori di qualità, l’unica soluzione possibile è rappresentata dall’installazione di una growroom indoor (stanza di coltivazione al chiuso).

In questo articolo tratteremo quindi di come installare una piccola growroom che possa essere produttiva tutto l’anno. Non rappresenta solo il migliore investimento ma garantirà anche una fiorente produzione di fiori per tutto l’anno e vi avvicinerà il più possibile a comprendere il meccanismo della natura. Perché affidare ad altri ciò che potreste fare voi personalmente?

Molte persone diventano ansiose quando devono ragionare su argomenti con cui non si è familiari, come ad esempio una growroom. Eppure se solo si fermassero a pensare, si accorgerebbero che sono in molti ad utilizzare ogni giorno piante, vegetali e prodotti della natura. Quindi, invece di combattere contro ciò che si utilizza giornalmente, non sarebbe meglio sedersi e semplificare tutto, magari trasformando questo nuovo concetto in una growroom operativa?

Una growroom non è altro che un tentativo di ricreare un clima: temperatura, umidità, pressione, movimento d’aria ed irrigazione lavorano insieme in un unico sistema per offrire ad ogni tipo di pianta un salutare ambiente di coltivazione per tutto l’anno. Pertanto, dividiamo i sistemi dei singoli componenti in unità individuali in modo da poter pianificare una stanza di coltivazione semplice ed efficace. Sebbene la growroom sia indipendente dalla realtà esterna, risulta comunque importante avere informazioni sulle condizioni esterne perché possono influenzarla, quindi dovremo modificare la nostra stanza di coltivazione in base ai cambiamenti stagionali. Tenendo in mente questi fattori, possiamo iniziare a progettare le singole unità che in seguito, prese tutte insieme, costituiranno una growroom.

Il primo passo da seguire è trovare il luogo adatto, che può essere lo scantinato di una casa oppure un piccolo capanno per gli attrezzi all’esterno o ancora un garage. Se l’unico posto che avete a disposizione è un attico va bene anche quello solo che dovrete tenere in considerazione che, se l’estate è molto calda, in quel periodo dovrete interrompere il ciclo perché potreste non essere in grado di tenere sotto controllo la temperatura senza un condizionatore d’aria. Se non avete a disposizione nulla di ciò che è stato appena descritto, potete prendere in considerazione un grow-box (contenitore-armadio per la coltivazione) che terrete in una qualsiasi stanza con uno spazio a terra di almeno 2 metri quadrati.

Il secondo passo consiste nel liberare la stanza di mobili e materiali vari, in modo da lasciare unicamente le quattro mura, un pavimento e un soffitto. Rivestite tutto il pavimento con materiale impermeabile, quindi rialzatelo costruendo una specie di piscina alta mezzo metro. La soluzione ideale sarebbe utilizzare un rivestimento fangoso, acquistabile presso qualsiasi buon fornitore di prodotti da giardino, essendo più sottile e duraturo della normale plastica. Nel punto in cui termina il materiale impermeabile, dovrete rivestire le mura o con plastica bianca e nera (che limita la perdita di luce), oppure con plastica bianca. In tal modo permetterete la riflessione e chiuderete tutte quelle zone che potrebbero essere potenziali zone di perdita di luce o che potrebbero permettere l’entrata di insetti o animali. Se poi farete lo stesso con il soffitto, creerete un ambiente completamente bianco e ripulito con un pavimento impermeabile e perfettamente sigillato dall’ambiente esterno. Prima di rivestire la zona con la plastica, prendete nota di dove sono posizionate prese di corrente e finestre, in modo da poter facilmente ritagliare la parte del rivestimento in corrispondenza.

Il grande contenitore sigillato che avete creato rappresenta il modo migliore per avviare i sistemi di illuminazione e di flusso d’aria più tecnologici. Per appendere delle lampade, la soluzione migliore è quello di avvitare dei ganci al soffitto, posizionandoli tra loro ad una certa distanza, tenendo conto delle dimensioni delle lampade/riflettori che si utilizzano. Ma per far sì che le lampade salgano e scendono durante il periodo di crescita delle piante, la soluzione ideale consiste nell’appendere una catena ai ganci, in questo modo sarà più semplice spostare le lampade in caso di necessità. Inoltre rappresenta la soluzione perfetta ed anche la più economica se si sceglie di coltivare piante di diverse specie in un’unica piccola stanza’ e si necessita quindi di altezze diverse per diversi set di piante.

Una volta agganciate le lampade, assicuratevi di posizionare un timer tra ogni lampada e la presa di corrente in modo da poter tenere sotto controllo l’accensione e lo spegnimento senza dover ricordarvene ogni giorno. Il prossimo fattore da considerare è il movimento d’aria. In una stanza piccola, un unico ventilatore oscillante e in funzione tutto il giorno basta per assicurare la circolazione dell’aria e per rafforzare le radici della pianta, mossa leggermente dall’aria. Se la stanza è più grande, conviene posizionare i ventilatori in diagonale e disposti l’uno verso l’altro, in modo da agitare l’aria il più possibile.

Potete effettuare un piccolo test accendendo una sigaretta al centro della stanza e in basso per vedere come si muove il fumo per la stanza. Dovete essere in grado di accendere un fiammifero senza che venga spento dai ventilatori, in caso contrario abbassate la loro velocità qualora fosse possibile. È importante avere la possibilità di modificare la velocità del ventilatore e quindi della circola-ione d’aria perché potrete regolare la temperatura in base ai cambiamenti di stagione.

Se si utilizza una stanza piccola, l’unica accortezza da prendere è quella di lasciare leggermente aperta la finestra oppure di lasciare libero lo spazio sotto la porta in modo da far entrare aria fresca. Se l’aria più fresca entra dal basso e posizionate un aspiratore a 3 o 5 velocità un po’ più in alto rispetto alle lampade, sarete perfettamente in grado di regolare umidità e temperatura. Quindi, il consiglio è quello di spendere qualche Euro nell’acquisto di un aspiratore piuttosto che in lampade all’avanguardia e alla moda, perché il costo delle lampade può variare in base alle tecnologie che includono, come ad esempio un raffreddatore d’aria o d’acqua per lampadine, ecc. Infine, l’aria fresca sarà assorbita dall’aspiratore che espellerà aria calda o fredda, il che rappresenta una garanzia per le stanze piccole.

Ricordatevi che, se avete necessità di camuffare l’odore dell’aria che fuoriesce, potete acquistare un aspiratore con filtro di carbone in un’unica unità ed utilizzare tubi flessibili da indirizzare verso il punto in cui l’aria uscirà dalla stanza. E’ un aspetto molto importante da considerare soprattutto se si hanno dei vicini o se si vive in un appartamento. Molti growshop offrono diversi tipi di filtri per ridurre gli odori, su cui lavorare in base all’utilizzo che si vuole farne.

Appendete un termostato e un misuratore di umidità all’interno della stanza ma non vicino alla fonte di luce. Se volete essere più professionali, appendete i misuratori in basso o in alto con un’impostazione minima e massima in modo da poter verificare l’andamento della stanza quando siete assenti e nelle ore di buio. Le impostazioni massime/minime della temperatura e dell’umidità vi consentirà di accorgervi se il timer non funziona bene o se avete qualche problema di elettricità.

Infine, mettete nella stanza una botte d’acqua con una piccola pompa all’interno in modo da poter facilmente mescolare le sostanze nutritive nell’acqua o attaccarvi un tubo per innaffiare manualmente le piante. Avere la botte d’acqua nella stessa stanza significa utilizzare la temperatura della stanza per regolare la temperatura dell’acqua, in modo da non dover mai riscaldare l’acqua e sprecare quindi elettricità.

Completate la stanza e fatela funzionare per qualche giorno prima di utilizzarla per la coltivazione. In tal modo è possibile controllare in modo semplice e con poco sforzo tutti i sistemi della stanza, come aria, aspirazione, temperatura, ecc… senza le piante all’interno ma funzionando come se ci fossero per alcuni cicli completi. Potrete quindi iniziare a coltivare sapendo che la stanza è in ordine e che quindi se qualcosa andrà storto sarà colpa delle piante o di un errore umano. Di conseguenza ridurrete i fattori sconosciuti e sarete in grado di individuare più facilmente qualcosa che va storto durante la coltivazione.

Seguendo questi principi di base per installare una growroom, sarete sulla giusta strada per diventare un giardiniere competente e felice. Oggi giorno, Internet è lo strumento ideale per ottenere informazioni neutrali, quindi cercate qualche sito gestito da altri coltivatori che possano darvi consigli. Successo e sicurezza in tutto quello che fate…



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio