Antiproibizionismo

Coltivazione domestica di cannabis: l’appello di Walter De Benedetto

Walter De Benedetto

Caro Presidente della Camera Roberto Fico,

Cara Ministra Fabiana Dadone,

Caro Presidente della Commissione Giustizia Mario Perantoni,

Presto la Commissione Giustizia della Camera tornerà ad esaminare il disegno di legge Perantoni che, tra le altre cose, consentirebbe la coltivazione domestica di cannabis. Non risolverà certo tutti i problemi di questo settore ma potrà evitare che chi la usa o, peggio, chi ne ha bisogno per motivi terapeutici, finisca davanti a un giudice per aver coltivato col rischio del carcere.

So che siete sensibili al tema e disponibili ad ascoltare anche le voci che arrivano dalla società, per questo mi permetto di farmi portavoce di chi da anni aspetta una legge che affronti un fenomeno sociale molto diffuso chiedendo un immediato approdo in Aula della proposta Perantoni e altri. Una richiesta che torno a condividere adesso che la Corte costituzionale non ci farà votare il referendum cannabis. Ci sentiamo scoraggiati perché sembra che il nostro Stato preferisca lasciare 6 milioni di consumatori nelle mani della criminalità organizzata anziché permettergli di coltivarsi in casa le proprie piantine.

Alla Conferenza del Governo di Genova ho raccontato la mia storia e la vicenda giudiziaria che ho dovuto affrontare, regolamentare la coltivazione domestica e intervenire per contenere le pene per uso personale resta una decisione urgente per andare incontro anche a quanto accade ogni giorno a tante persone malate costrette ad arrangiarsi nell’indifferenza generale di chi dovrebbe occuparsi del diritto alla salute.

La Conferenza di Genova ha fatto propria molte delle proposte che da anni la società civile avanza per una riforma di buon senso delle politiche sulle droghe proibite. Calendarizzare e approvare questo disegno di legge che introduce la possibilità di coltivare fino a 4 piantine sarebbe in linea con le raccomandazioni del Governo.

Il mio processo si è chiuso con un’assoluzione che ha riconosciuto l’uso medico della mia coltivazione. Già nel dicembre del 2019 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno stabilito la non punibilità della coltivazione domestica. Occorre un ulteriore atto di responsabilità da parte del Parlamento per evitare che chiunque si trovi nelle mie condizioni sia costretto ad entrare in un tribunale.

Vi chiedo di fare tutto quanto nelle vostre facoltà per calendarizzare il disegno di legge e di adoperarvi in quanto legislatori perché venga approvato. I tempi e i numeri ci sono, adesso occorre la volontà. Grazie dell’attenzione.

Walter De Benedetto

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button