In evidenzaTerapeutica

Coltivava cannabis: assolto paziente in Cassazione

Piantina di cannabis in crescita

Un paziente che aveva coltivato cannabis per trattare le proprie patologie è stato assolto in Cassazione.

La notizia è stata riportata dall’avvocato Lorenzo Simonetti, che insieme a Claudio Miglio, porta avanti il lavoro di Tutela Legale Stupefacenti, sottolineando che non si tratta di un loro assistito, «ma è notizia giuridica che rafforza il primo caso importante di cannabis terapeutica inaugurata con la sentenza di Walter De Benedetto». La sentenza è la numero 2388 del 2022.

Il riferimento è alla storia di Walter, assolto perché il fatto non sussiste, dopo una grande mobilitazione della società civile.

PAZIENTE COLTIVA CANNABIS PER LE PROPRIE PATOLOGIE: ASSOLTO

Questo nuovo processo vedeva come imputato un paziente – affetto da diverse patologie come uveite cronica, infiammazione alla retina e dolore articolare ad un ginocchio – che stava coltivando sul suo balcone due piante di cannabis con percentuale media di THC del 16%. Il balcone in questione si trova davanti alla stazione dei Carabinieri del paese e le piante erano dunque ben visibili dai militari.

La tesi della difesa portata avanti durante il processo si è basata sul fatto che la cannabis ha effetti positivi tanto neuroprotettivi quanto antinfiammatori sulla retina dell’imputato. Simonetti scrive che: «È stato dimostrato come il frutto della coltivazione sarebbe stato rivolto soltanto all’uso personale (anzi terapeutico) e, peraltro, è stata accolta la tesi della difesa secondo cui la coltivazione risulta del tutto priva del requisito di tipicità della condotta penalmente rilevante».

«Rispetto al caso del nostro Assistito Walter De Benedetto», ha concluso Simonetti, «la quantità di cannabis in coltivazione è certamente inferiore, ma riteniamo che questa sentenza costituisca un altro grande passo in avanti per il riconoscimento della coltivazione per uso terapeutico».

Fonte: cannabisterapeutica.info

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button