Il villaggio di Lazarat, nell’Albania meridionale, è da ieri assediato da oltre 500 poliziotti che stanno letteralmente cercando di conquistare militarmente oltre 300 ettari di terreno coltivati a marijuana. Ma i narcotrafficanti armati stanno ribattendo colpo su colpo, secondo le notizie si contano già diversi poliziotti feriti da colpi di arma da fuoco. Il villaggio è stato blindato dalle forze di sicurezza di Tirana con due check point che pattugliano militarmente Lazarat, impedendo che i narcotrafficanti possano fuggire o che gli possano arrivare rifornimenti di uomini e armi.

(il video girato dai narcotrafficanti che documenta gli spari contro la polizia)

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

LA REPUBBLICA DELLA MARIJUANA. Lazarat negli ultimi anni si era già guadagnata l’attenzione dei media mondiali che l’avevano ribattezzata la “Repubblica della marijuana”, dopo che dei velivoli da ricognizione avevano mostrato 319 ettari di terreno coltivati a marijuana che ogni anno frutterebbero 900 tonnellate di raccolto per un valore di 4,5 miliardi di euro. A Lazarat la coltivazione coinvolge tutto il villaggio, anziani compresi, con tanto di lavoratori stagionali che giungono da altre regioni dell’Albania al momento del raccolto. Ora l’irruzione delle forze dell’ordine mira a sgominare questo enorme traffico, ed il direttore generale Artan Didi ha dichiarato che “non ci sarà il ritiro da Lazarat e l’operazione che andrà avanti a lungo fino a quando non sarà smantellata l’intera rete criminale”. Secondo le fonti del governo le forze di polizia sarebbero già riuscite a conquistare 7 piantagioni, all’interno delle quali stavano crescendo circa 10 mila piante di canapa.

(un estratto di un telegiornale albanese che mostra le immagini dell’operazione)

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

10 Comments

  1. spero solo ke questo stato polizzia un giorno frigga come su una sedia elettrica

  2. Per un pò di coltivazioni di canapa stanno a fà na guerra… che vergogna. tutti quegli uomini morti e feriti valgono meno di una piantina?! Fanno bene gli albanesi a difendere loro e i loro diritti a sto punto!!!!

  3. sarà ora di PIANTARLA,una buona volta! …..e la polizia albanese ha bruciato milioni di dollari,ADESSO! ?? non ci credo,non credo !!!!

  4. in realta' i governi EURO difendono i loro traffici di droga, e non tollerano la concorrenza dei piccoli! la droga la trafficano i criminali,ma i soldi finiscono nelle casse dello Stato e delle BANCHE! quindi chiedersi sempre:" cui prodest ?"

  5. Lele Psy Dark says:

    L'erba albanese ha appestato il mercato con un prodotto di infima qualità a prezzi ridicoli, cosìcchè la gente in crisi di soldi si affida a quest'erba che è piena di pesticidi e diserbanti. L'autoproduzione è l'unica via, che bruci Lazarat con tutte le sue piantagioni!

  6. Cristian Lukani says:

    un pò!?!? quelle sono tonnellate,non che do ragione allo stato,perche sono tutti cretina,con il nuovo presidente del consiglio edirama,ma l'albania vuole entrare in europa faccendo una strage di persone,e questo e da ignoranti

  7. ecco sua santita la marijuana ha fatto il miracolo ora possiamo interpellare la sacra rota _|/_ _|/_

  8. se scoppia il proibizionismo in europa è piu grave che in america che sono stati uniti
    e la tentacolarita di una rete criminale potrebbe arrivare ovunque se rete è. che sia innocua la canapa lo sanno in molti ma la cosa piu ovvia è che non ha avuto respiro la pura cultura della coltivazione e non solo per fumare roba illegale come molti no?

  9. devo dire che mi dispiace una cosa è che per arginare il giro dello spaccio si sono aperti in un certo qual modo gli argini di campo. per la ricerca non c'e' piu tempo oramai le cose fatte coi piedi come la guerra al narcotraffico sono tipiche di chi ci vuole in un porciletto a suo nome e noi non abbiamo mai voluto un'educazione ad essere borghesi bigotti

  10. Ovviamente sto con i coltivatori. La mafia gli vuole bruciare tutto perché non pagano il pizzo. Non cambia niente se hanno una divisa.

Leave a Reply

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy