Bufale e disinformazioneHigh timesIn evidenza

Coltivare cannabis a scopo terapeutico non è più reato? È una bufala

Foto di una casalinga con una piantina di cannabis in mano

Non è più reato coltivare cannabis terapeutica: la notizia sta girando in queste ore rilanciata da diverse testate e influencer sui social network, come sul profilo dell’avvocato Angelo Greco, che forse, proprio per la professione che esercita, dovrebbe essere cauto nel diffondere contenuti di questo tipo. Non è assolutamente così.

Coltivare cannabis a scopo terapeutico: la sentenza della Cassazione

Quello che è successo è che un paziente è stato assolto in Cassazione per aver coltivato due piante sul proprio balcone, che, tra l’altro, è proprio di fronte alla caserma dei Carabinieri del paese. Ma un’assoluzione, anche se arriva dalla Corte di Cassazione, non è una legge. E dal punto di vista legislativo nulla è cambiato: coltivare cannabis resta un reato.

La legge sull’autoproduzione

I tentativi veri di cambiare la situazione stanno procedendo su due binari differenti. Da una parte c’è la legge per l’autoproduzione di cannabis, il cui testo unificato giace nei cassetti della Commissione Giustizia della Camera, dopo i veti pregiudiziali della destra che, all’unificazione del testo e prima della fase degli emendamenti, aveva annunciato che ne avrebbe presentati migliaia con il solo scopo di bloccare la discussione.

Il referendum sulla cannabis

Dall’altra parte c’è il referendum sulla cannabis: l’ultimo passaggio è stato la convalida delle firme da parte della Corte di Cassazione. Ora manca l’ultimo e il prossimo 15 febbraio dovrebbe arrivare il parere della Corte Costituzionale, per poi fissare la data del voto.

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button