Psiconauta

Il Colorado ha depenalizzato gli psichedelici

In seguito a un referendum in Colorado non è più reato l'uso e il possesso di sostanze come la psilocibina

Il Colorado ha depenalizzato gli psichedelici
Martedì 8 novembre, mentre in 5 Stati americani si votavano i referendum sulla cannabis, i cittadini del Colorado sono stati chiamati alle urne per la depenalizzazione di alcuni psichedelici.

L’emendamento, passato con il 53% dei voti favorevoli, va a depenalizzare la coltivazione, il possesso e il consumo delle seguenti sostanze psichedeliche: la psilocibina e la psilocina per tutti gli adulti di età pari o superiore a 21 anni, turisti compresi.

CENTRI MEDICI PER LA SOMMINISTRAZIONE DI PSICHEDELICI

La vendita sarà vietata, ma verranno istituiti dei centri di guarigione, dove, grazie all’aiuto di professionisti che guideranno l’esperienza, tutti i partecipanti potranno sperimentare la somministrazione di queste piante. Inoltre, per coloro che sono stati condannati per reati legati a queste sostanze sarà possibile ripulire la propria fedina penale.

I sostenitori della proposta hanno dichiarato che: “L’attuale approccio del Colorado alla salute mentale ha fallito e che gli psichedelici naturali, utilizzati da centinaia di anni, possono trattare la depressione, il disturbo da stress post-traumatico, l’ansia, le dipendenze e altre condizioni. – E concludono – Incarcerare persone per reato non violento per l’uso di sostanze naturali costa denaro ai contribuenti.”

Così il Colorado, sulla scia della sua stessa capitale, Denver, che già nel 2019 è stata la prima città americana a decriminalizzare il consumo di funghi allucinogeni, si prepara a depenalizzare alcuni psichedelici entro la fine del 2024, e ad aggiungere altre sostanze psichedeliche a base vegetale, tra cui la dimetiltriptamina, nota anche come DMT, l’ibogaina e la mescalina (ma non il peyote) entro il 2026.

Articolo a cura di Raffaele Migliucci

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button