High times

Cile: una legge per l’autoproduzione di cannabis

Il Presidente cileno Gabriel Boric ha recentemente approvato una legge in chiave anti-narcos che, tra le altre cose, autorizza la coltivazione domestica di cannabis terapeutica

Gabriel Boric presidente Cile

Gabriel Boric, il Presidente del Cile, ha proposto un nuovo disegno di legge anti-narcotici che autorizza l’autoproduzione di cannabis per uso terapeutico.

Una decisione volta a proteggere i cittadini, in particolare i bambini e gli adolescenti, ridurre il mercato illecito e tagliare i fondi alla criminalità organizzata, così da arginare gli omicidi che dilagano per le strade e recuperare i quartieri conquistati dai trafficanti di droga.

La legge infatti, oltre ad autorizzare l’autoproduzione di cannabis, mira a prevenire il riciclaggio di denaro e a inasprire le sanzioni per coloro che forniscono armi a bambini o adolescenti.

“Il Cile avrà finalmente una legge che rafforza il perseguimento del narcotraffico e della criminalità organizzata, impedendo a queste organizzazioni e ai loro membri di arricchirsi”, ha dichiarato a Tèlam il Presidente Boric.

IL CILE PROMUOVE LA COLTIVAZIONE PER ABBATTERE LA CRIMINALITÀ

La misura proposta dal presidente, che ora dovrà essere approvata da Parlamento, vuole garantire maggiore sicurezza e far fronte alla grave crisi che il Paese ha vissuto negli ultimi anni, sia nella capitale cilena che nel resto del territorio.

Secondo le statistiche del Sottosegretario per la Prevenzione del crimine, il tasso di criminalità nel 2022 è lievitato del 44,6% rispetto al 2021, compresi gli omicidi aumentati del 33,4%. “Il nostro obiettivo principale è ridurre i crimini violenti”, ha infatti confermato Boric.

Il Presidente cileno ha spiegato che questa legge: “rafforza la caccia al denaro dietro il traffico di droga e la criminalità organizzata”, estendendo i controlli a “nuove aree che prima non erano considerate” e inasprisce sia le pene per coloro che forniscono armi ai minori sia per chi spaccia droghe a terzi.

Infine, sebbene in Cile la coltivazione per uso medico sia già legale dal 2015, la legge autorizza ufficialmente l’autoproduzione di cannabis terapeutica, purché sia “per uso personale e prescritta da un medico”.

Boric ha concluso confermando che “continueremo più determinati che mai la lotta frontale che stiamo conducendo contro la criminalità, per garantire serenità e sicurezza alle persone che vivono nel nostro Paese”.



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio