Il gruppo editoriale cesenate Macro, alla base della galassia Macrolibrarsi, ha ritirato la sua partecipazione ad alcuni eventi, tra cui il Sana di Bologna a settembre e il Salone del libro di Torino a ottobre, perché per accedervi è richiesto il green pass.

Coerente con il suo percorso famigliare, Francesco Angelo Rosso, membro del Cda e figlio del fondatore del Gruppo, ha spiegato così questa decisione: «La certificazione verde è discriminante e anticostituzionale. Non rispecchia il nostro modo di vivere e pensare». Intervistato qualche mese fa da Dolce vita, Francesco Angelo Rosso ci aveva infatti raccontato il suo passato da bambino non vaccinato, soffermandosi proprio sul fattore “discriminazione«Quando avevo 7 anni, i vigili del comune di Sogliano sul Rubicone mi aspettavano davanti l’ingresso della scuola per non farmi entrare. Ero considerato un pericolo per i miei compagni di classe in quanto non vaccinato. I miei genitori decisero di non obbedire e sottostare a una legge contraria alla Costituzione e alla fine l’ebbero vinta: dopo due anni tornai a scuola». Un trascorso che oggi, a trent’anni di distanza, il Covid ha riportato attuale: «Chi come me non crede nell’efficacia dei vaccini, ma sul rafforzamento del sistema immunitario, continua ad essere emarginato».

Come Macro anche la torinese Uno Editori ha deciso di non essere presente al Salone e sono diverse le realtà che hanno comunicato la disdetta al Salone Internazionale del Biologico e del Naturale. Nel mentre Macrolibrarsi continua i preparativi per svolgere senza green pass né alcun tipo di restrizioni il consueto evento annuale Macrolibrarsi Fest che si terrà il 18 settembre a Cesena. Per conoscere il programma basta fare riferimento al sito macrolibrarsifest.it.

Un’immagine dell’edizione 2019





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.