Siamo costretti in casa da oltre 40 giorni e probabilmente ci attendono ancora diverse settimane di forti limitazioni delle libertà personali. Il ritorno a una nuova normalità sembra ancora lontano, la situazione è grave.

Nel corso di questo primo periodo di lockdown siamo stati esposti a un flusso costante di informazione monotematica da parte dei mezzi di comunicazione, ma anche da amici e familiari e, a volte, anche per nostra propria scelta. Penso che i milioni di consigli ricevuti, mirati a promuovere la prevenzione per evitare le possibili conseguenze negative del confinamento, abbiano sortito l’effetto opposto. La valanga d’informazione ha aumentato la preoccupazione delle persone, rendendo la quarantena più dura e lunga di quanto non sia stata in realtà.

Tutto ciò, insieme alle conseguenze tragiche e dirette che il virus Covid-19 sta provocando a livello psicologico, fisico ed economico, ha portato a un aumento e peggioramento di sintomi depressivi, di crisi di ansia e panico e anche a cambiamenti dei ritmi circadiani (giorno/notte) con conseguenti problemi di insonnia.

A questo punto, e con davanti a noi molti altri giorni di isolamento dai quali usciremo in maniera lenta e graduale, è il momento di mettere in pratica i buoni consigli che ognuno di noi ha ricevuto, includendo da oggi l’uso del Cannabidiolo (CBD).Grazie alle sue proprietà, il CBD può essere uno dei tuoi migliori alleati per contrastare gli effetti negativi di questa reclusione domiciliare:

  • il suo effetto rilassante e ansiolitico è di grande aiuto per ridurre sensazioni di nervosismo, ansia e angoscia. Il CBD è molto utile anche per favorire il rilassamento fisico e psichico nelle ore serali e notturne, aiutando coloro che presentano problemi ad addormentarsi.
  • il suo effetto antidepressivo, oltre a contribuire in modo naturale a migliorare l’umore, può proteggerci dalle conseguenze fisiche e psicologiche dell’eccesso di stress o di episodi traumatici. In particolare, può essere un importante strumento di prevenzione di fronte a un futuro incerto che metterà a dura prova la nostra salute mentale, essendo molto probabile che, a causa della pandemia, molte persone saranno costrette a ripianificare e ricostruire la propria vita.
  • il suo effetto neuroprotettivo e neuromodulatore stimola il metabolismo e protegge il sistema neurologico, procurando benefici sia a livello mentale che fisico. In particolare, può aiutare ad alleviare problemi e dolori articolari e muscolari causati dalla mancanza di attività motoria e/o da cattive posture.

Nonostante il confinamento e la chiusura dei negozi fisici, è possibile ricevere a casa e legalmente prodotti di CBD da diverse aziende: fiori, prodotti di svapo, oli sublinguali e prodotti cosmetici.
Può dunque essere l’occasione giusta per provarne gli effetti, beneficiare delle sue proprietà e aggiungerlo al proprio armadietto dei medicinali.

A cura Tommaso Bruscolini
Neuropsicologo e Fitoterapeuta
Responsabile dell’area terapeutica di DV – Spagna
instagram.com/cannabisterapeutico





Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.