High timesIn evidenza

CBD: il Tar rinvia la decisione a settembre

La sentenza sul decreto che vorrebbe inserire le preparazioni orali di CBD nella lista delgi stupefacenti - per ora sospeso - arriverà il 24 settembre

cbd tar sentenza
Il Tar del Lazio, con una nuova ordinanza, ha rimandato la sentenza sul decreto che vorrebbe inserire le preparazioni orali di CBD nella lista delgi stupefacenti – per ora sospeso – al 24 settembre.

Era il 7 agosto 2023 quando il ministero della Salute del governo Meloni eliminò la sospensione al decreto sul CBD emanato dal ministro della Salute Speranza nel 2020, inserendo di fatto le preparazioni orali di CBD nella lista dei farmaci stupefacenti.

Il decreto ministeriale è stato poi nuovamente sospeso nella sua efficacia ad ottobre 2023 per decisione del Tar Inn seguito al ricorso dell’associazione Imprenditori Canapa Italia. Secondo il Tar, infatti, “non appaiano configurarsi, allo stato di fatto, imminenti rischi per la tutela della salute pubblica“.

CBD: VENDITA LIBERA PER ALTRI 8 MESI

Allo stato attuale, e fino al 24 settembre 2024, le composizioni per somministrazione a uso orale di cannabidiolo non sono considerate stupefacenti.

La sentenza era inizialmente attesa per il 16 gennaio, ma dalla ICI ci avevano spiegato che il ministero della Salute aveva chiesto più tempo per presentare il parere dell’Istituto Superiore di Sanità. Il tribunale regionale del Lazio ha quindi optato per questa proroga e la sentenza arriverà a settembre.



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio