High timesIndustriale

Carbon credits per chi coltiva canapa

Un mercato molto promettente per i coltivatori di canapa è verosimilmente quello dei carbon credits

mano inserisce moneta in porcellino-savadanaio con disegno di foglia di cannabis

Ricadute economiche positive per chi coltiva la canapa, potranno verificarsi molto presto per mezzo carbon credits. Grazie alle note capacità della canapa di catturare la CO2 dall’atmosfera oltre ai vantaggi ambientali di questo tipo di coltura, d’ora in avanti ci saranno anche vantaggi economici.

COSA SONO E A COSA SERVONO I CARBON CREDITS

Un credito di carbonio o carbon credit è un titolo equivalente ad una tonnellata di CO2 non emessa o assorbita grazie ad un progetto di tutela ambientale realizzato con lo scopo di ridurre o riassorbire le emissioni globali di CO2 e altri gas ad effetto serra. In altre parole è un certificato negoziabile rilasciato e venduto dal Governo o da specifiche autorità di regolamentazione alle aziende per limitare il rilascio di gas a effetto serra nell’atmosfera.

Nel caso in cui le realtà industriali abbiano acquistato più carbon credits di quelli effettivamente utilizzati, queste sono autorizzate a cedere e vendere le loro quote in eccedenza ad altre aziende, innescando così un circolo virtuoso sia dal punto di vista economico che ambientale.

Come ha affermato recentemente Julian Denormandie, il Ministro dell’Agricoltura francese, durante la Sustainable Carbon Cycles Conference, “bisogna incentivare la rimozione del carbonio dai cicli produttivi e sostenere i crediti di carbonio di agricoltori e silvicoltori per offrire loro una nuova fonte di reddito, in quanto svolgono un ruolo fondamentale nel contrasto al cambiamento climatico“.

IL RUOLO DELLA CANAPA PER L’ATMOSFERA

Ovviamante, tra gli agricoltori e i silvicoltori che possono partecipare a questa importante operazione, non possono mancare i coltivatori di canapa, per le caratteristiche proprie di questa pianta e le sue proprietà depurative dell’atmosfera.

La produzione di canapa è “carbon-negative, il che significa che assorbe più carbonio dall’atmosfera durante la sua crescita di quello emesso durante tutto il suo ciclo vitale fino ad arrivare alle attrezzature utilizzate per la raccolta, la lavorazione e il trasporto della canapa.

Darshil Shah, ricercatore senior presso il Center for Natural Material Innovation dell’Università di Cambridge, ha affermato che la canapa industriale, essendo in grado di assorbire da 8 a 15 tonnellate di CO2 per ettaro di coltivazione è “uno dei migliori” convertitori di anidride carbonica, potendo addirittura catturare il carbonio atmosferico in modo più efficace rispetto alle foreste.

I CARBON CREDITS  NEL FUTURO DELLA CANAPA

A spiegare gli effetti positivi della relazione tra carbon credits e canapicoltori è stata la statunitense Puration Inc. (PURA), azienda con sede in Texas, che in un recente comunicato stampa ha condiviso la propria visione sui crediti di carbonio e ha affermato che il nuovo mercato del settore, potrebbe raggiungere un valore pari a 10 miliardi di dollari, grazie alle capacità della pianta di sequestrare la CO2.

La canapa è un peso massimo quando si parla di sequestro di carbonio, essendo una delle colture che ne assorbono di più in agricoltura. Per questo motivo si sta già lavorando per “creare uno standard di misurazione della CO2 riconosciuto per la coltivazione della canapa”, così come è “già stata creata anche almeno una criptovaluta supportata da crediti di carbonio”, si legge nel comunicato.

“Non molto tempo fa, Tesla ha aggiunto le vendite di crediti di carbonio alle sue vendite di auto per generare il suo profitto”, ha commentato Brian Shibley, CEO di PURA. “Certamente, i coltivatori di canapa dovrebbero poter beneficiare di questa stessa opportunità”.

Su queste basi, un sistema fondato su canapa, sequestro di carbonio, carbon credits e criptovalute potrebbe trasformare radicalmente il settore, creando un nuovo reddito significativo per i coltivatori di canapa che si andrebbe ad aggiungere al reddito già generato dalla vendita di fibre ed estratti.

 

 

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button