Shantibaba's bag of dreams

Capolavori della genetica

Piianta di cannabis coltivata in un capannone con altre piante all'interno

Le genetiche sono sottili e lunghi filamenti di proteine (DNA) che si uniscono grazie all’incontro tra una madre e un padre che donano il loro personale codice genetico. Per fare una similitudine, è come avere due mani di poker e mischiare le carte per creare una o più combinazioni uniche… Sorelle e fratelli. Ed è grazie a queste combinazioni che nasce un individuo assolutamente unico!

Per quanto mi riguarda, mio padre era laureato in matematica, ed era un giocatore professionista di roulette e poker. Mia madre, invece, un’insegnante di arte e antiquario, ed io sono diventato un coltivatore di cannabis con conoscenze provenienti da entrambi gli universi dei miei genitori. Ma se la genetica gioca un ruolo specifico su come siamo fatti e sul nostro modo di pensare, l’ambiente gioca un ruolo altrettanto importante sul nostro comportamento e sulle attitudini sociali. Diventiamo quello che siamo grazie alle esperienze vissute e all’ambiente che ci circonda e il carattere si sviluppa e si modella nel corso del tempo. I fattori in gioco sono molti: chi ha cercato di dare spiegazioni scientifiche ha raggiunto ottimi risultati, ma ancora non è possibile fare delle previsioni genetiche sulla prole. La scienza riesce ad analizzare solo lo status quo genetico della persona in un dato momento.

La diversità è una caratteristica essenziale della genetica

Oltre alle condizioni genetiche anche le possibilità di ammalarsi di cancro, di epilessia o diabete possono essere un prodotto dell’unione dei geni. La diversità di combinazioni genetiche è quindi unica per le persone derivanti dall’unione di due sessi. Negli organismi meno complessi, un unico genitore svolge entrambi i ruoli di maschio e femmina dando origine ad una prole con diversità genetica meno marcata e permettendo alla specie di continuare ad esistere ma senza la possibilità di evolversi. I veri maschi e le vere femmine si riproducono creando una maggiore diversità e la loro prole è in grado di adattarsi ad un mondo in rapida evoluzione.

Per quanto riguarda le piante, la genetica gioca un ruolo altrettanto importante e considerando che l’unione e la fisiologia delle piante sono meno complesse rispetto a quelle degli animali e i tempi di crescita più brevi, possiamo lavorare con più combinazioni ed eseguire i relativi test sulle progenie per verificare le linee madri e come la loro genetica influisce sulla prole. Ma il fatto di combinare una pianta femmina e una pianta maschio con genotipo e fenotipo perfetti non conduce sempre al risultato desiderato. L’allevamento selettivo si è basato su centinaia di prove e selezioni eseguite nel corso degli anni per raggiungere le varietà di piante per uso alimentare che adornano le nostre cucine.

Analogamente nel settore farmaceutico è stato possibile comprendere quali parti di piante o quali combinazioni di piante sono necessarie a curare specifiche malattie attraverso lente e ripetitive prove di selezione. Negli ultimi 5 anni grazie all’evoluzione tecnologica le nostre capacità di comprensione si sono velocizzate e i parametri osservabili e misurabili sono aumentati. Questi parametri sono sempre stati presenti nelle piante, ma solo recentemente possiamo dimostrare con prove scientifiche precise ciò che già sapevamo. Naturalmente gli esseri umani sono così diversi che ci saranno sempre eccezioni alle regole generali, così come le reazioni che potrebbero essere differenti. Non c’è una “formula unica” del composto che funziona in assoluto.

Per quanto riguarda i medicinali, si cerca di ottenere la soluzione migliore per la maggior parte dei casi, spesso pagando il prezzo di effetti collaterali orribili o debilitanti. Per quanto riguarda la cannabis, che ha alle spalle migliaia di anni di utilizzo documentato, stiamo lentamente raggiungendo un cambiamento di attitudine sul piano morale, spirituale ed etico nei confronti di una pianta che è stata demonizzata per anni senza sapere precisamente cosa contesse. I governi hanno creato delle leggi nonostante non avessero le conoscenze necessarie! Il commercio derivato da altri prodotti come il cotone o le materie plastiche hanno permesso guadagni veloci e crescita economica. Ciò che sembrava essere favorevole per l’umanità, in realtà ha contribuito ad un aumento vertiginoso dell’inquinamento e all’esaurimento delle materie prime. Questo fino a quando le scoperte scientifiche e la tecnologia ci hanno permesso di osservare direttamente le conseguenze spingendoci a cominciare a cambiare direzione e ad utilizzare la scienza come mezzo per migliorare.

La scienza e la tecnologia ci hanno inoltre permesso di effettuare scoperte sul corpo umano che non avremmo immaginato 50 anni fa. Una di queste scoperte è il sistema “endocannabinoide”: si tratta di un gruppo di lipidi neuromodulatori e dei loro recettori nel cervello che sono coinvolti in una varietà di processi fisiologici, tra cui l’appetito, la percezione del dolore, lo stato d’animo e la memoria. Gli studi hanno rivelato che i cannabinoidi agiscono come neuromodulatori per una varietà di processi fisiologici, tra cui l’apprendimento motorio, la plasticità sinaptica, l’appetito e la sensazione di dolore.

Gli esseri umani hanno recettori specifici per la cannabis nei due sistemi nervosi del corpo. Questo è insolito in quanto ci sono molte piante sulla Terra, ma per il sistema nervoso umano è possibile utilizzare solo i composti che si trovano nella cannabis per aumentare la comunicazione e la fluidità tra i nervi… Insomma è semplicemente straordinario!

Tuttavia prima di assalire i dispensari ed iniziare a utilizzare estratti e vaporizzatori o mangiare biscotti, disponibili in alcuni stati degli Stati Uniti d’America dove è possibile usufruire della cannabis medica, è necessario educare se stessi ad essere esigenti perché non tutte le qualità di cannabis hanno lo stesso effetto sulle persone. Inoltre, ci vorranno molte prove e maggiore selezione ed ibridazione delle piante per allargare le nostre conoscenze relative alle malattie ed ai composti che aiutano a curarle. La storia ci insegna che l’evoluzione dell’uomo è avvenuta grazie a prove e tribolazioni, attraverso un processo lento, ma questi piccoli passi ci hanno permesso di arrivare alle conoscenze disponibili oggi.

Negli ultimi 25 anni, da quando i computer sono entrati nelle nostre vite, il mondo è diventato più veloce. È disponibile un’enorme quantità d’idee, punti di vista diversi e modi per affrontare i problemi. Lo scambio tra due parti del mondo opposte è a portata di un click. Sembrerebbe che gli esseri umani stiano perdendo le inibizioni e le soluzioni alternative abbondano rapidamente a beneficio di tutti.

La genetica è comparabile ad un hardware. Blocchi d’informazioni semplici che quando si uniscono in lunghe sequenze diventano complessi, adattandosi ed evolvendosi. 


Finché gli esseri umani avranno la capacità di evolversi, rimarremo la specie dominante sulla Terra. L’unica cosa che sarà in concorrenza con la nostra genetica sarà la quantità di persone presente sulla Terra in futuro. Sarà necessario essere in grado di sostenere e mantenere l’equilibrio. Gli esseri umani possono essere visti come un parassita, mentre la Terra è l’attore principale. Se non ne siamo consapevoli, non importa quanto si evolva la nostra genetica perché non avremo più un pianeta in cui vivere!

 



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio