HipHop skillz

Caparezza – Chi Se Ne Frega Della Musica (txt)

E chi se ne frega della musica,
di tutti questi libri sulla musica,
di tutte le interviste, di tutte le riviste,
di tutti gli arrivisti, gli arrivisti, gli arrivisti.

Io con la musica non c’entro niente
come il mio pene davanti al wc, a luci spente
mi contraddico facilmente
ma lo faccio così spesso che questo fa di me una persona coerente
ed ho tanto da dire perché ho poco da fare,
tu mi invidi, sorridi, mi proponi un affare:
cominciare con i temi di cui parla Faber
e finire per un mese sull’isola a far la fame.
Qualsiasi cosa faccia mi viene riconosciuta?
No è la mia faccia che viene riconosciuta!
Molti dei mie fan che fanno la schiuma
hanno la doppia faccia come il barone Ashura!
Parlano con me come con un fratello grande
e mi riprendono in mutande come nel Grande Fratello.
Il video che mi fanno mentre lecco un orinale
è cliccato più del video ufficiale della mia label

e chi se ne frega della musica,
di tutti questi libri sulla musica,
di tutte le interviste, di tutte le riviste
di tutti gli arrivisti gli arrivisti, gli arrivisti
si ma chi se ne frega della musica
ora che tutti parlano di musica,
di tutti questi artisti, di tutti questi dischi
di tutti questi fischi, questi fischi, questi fischi!

Non ho mai capito questi social network
per me servono solo a fare i porci a letto.
Ogni volta che nasce una nuova piattaforma
mi fa l’effetto di un libro che ho già letto
e poi non ho tutti sti amici ma molti meno
mi danno affetto ma poi m’affettano come Ghemon.
Tu! E’ due ore che mi parli, io sono fan di Ghandi
ed è solo per questo che non ti meno!
Il mio cellulare squilla ogni 2 minuti,
gente che mi assilla e mi chiede se ho 2 minuti,
assessori, collettivi, sindacati, giornalisti,
passa un giorno e i miei testicoli non sono più minuti.
Mi stupisco, pubblico un disco
e mi fanno le foto in pubblico, perché? non capisco!
Oh, non vi interessano le note che registro
vi interessano le mie note sul registro!

e chi se ne frega della musica…

Io non faccio musica ma il cacchio che mi pare
faccio rosicare chi ama il genere musicale,
non parlo male di un collega o di un presunto tale
ma riciclo il suo cd come regalo di Natale.
Non mi faccio i flash come Syd Barret,
non mi piacciono i flash sul red carpet
e me ne frego degli artisti veri,
tanto gli artisti veri sono veri come i muppet..
In questo meccanismo che non posso inceppare
la rete non è Che Guevara anche se si finge tale,
al primo posto nella classifica digitale
che tu ci creda o meno c’è solo chi vince i talent
ed io non so cantare, già, ma soprattutto non so
piangere in pubblico per bucare lo schermo
toglimi tutto questo che magari mi fermo
di certo non mi freddo in una stanza d’albergo

e chi se ne frega della musica,
di tutti questi libri sulla musica,
di tutte le interviste, di tutte le riviste
di tutti gli arrivisti, gli arrivisti, gli arrivisti
si ma chi se ne frega della musica
ora che tutti parlano di musica
di tutti i mercenari della musica
in queste trasmissioni sulla musica
di tutti questi artisti,
della Pizzi, di Battisti
di Zanicchi, di Stravinskij
Thin Lizzy, Limp Bizkin
dei Beastie, degli Extreme
dei Lipps inc, di Springsteen
ma si.. Chi se ne frega della musica!

TG DV


grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Back to top button