La canadese Canopy Growth Corporation è una delle maggiori aziende al mondo nel settore della cannabis. Fondata nel 2013, ha al suo interno diversi marchi celebri tra cui la banca di semi DNA Genetics, il marchio Tweed, Houseplant, Spectrum Therapeutics.

Lo scorso mese di dicembre CGC ha fatto causa al colosso britannico GW Pharmaceuticals, azienda che produce Epidiolex, farmaco a base di CBD derivato dalla pianta approvato dagli organismi competenti sia negli Stati Uniti che in Europa.

L’accusa riguarda l’uso illecito della proprietà intellettuale di CGC, e nello specifico del metodo estrattivo utilizzato per produrre Epidiolex. Secondo Canopy, il processo di estrazione del CBD con la CO2 fa parte di un brevetto acquistato dalla corporation canadese nel 2019 per oltre 250 milioni di dollari. La citazione in giudizio è stata depositata presso la corte federale degli Stati Uniti e ora bisognerà vedere come si difenderà GW Pharma che, proprio negli States, ha il suo principale mercato. Probabilmente, la mossa di Canopy rientra in una più ampia strategia rivolta ad avere un maggiore controllo del mercato nordamericano in vista di una futura legalizzazione federale.

Qualsiasi sia l’esito della controversia, sono possibili conseguenze su tante altre aziende – piccole e grandi – che utilizzano lo stesso metodo estrattivo.
La cosa certa è che il mondo delle corporation è in subbuglio, poche settimane fa, infatti, abbiamo assistito all’unione tra Tilray e Aphria – due dei giganti canadesi della cannabis che hanno dato vita alla più grande azienda di settore del mondo. Che il 2021 sia anch’esso un anno di grossi cambiamenti per l’industria della cannabis appare ormai chiaro.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.