La CannaTrade, una delle fiere della canapa più antiche d’Europa, festeggerà il suo ventesimo compleanno con un festival “20 years CannaTrade – Festivaldal 2 al 4 luglio 2021, nell’area della BernExpo dove 20 anni fa tutto ebbe inizio e dove ritornerà l’anno prossimo. Ci saranno 20 stand – un tetto massimo giornaliero di 400 persone – e tutti i noti highlight come la CannaSwissCup-AwardShow, il Joint Roll Contest Swiss Championship, l’Hemp Food Festival e chiaramente tanta musica, solo su scala leggermente ridotta.

La storia della CannaTrade inizia nel 2001 a Berna, erano i tempi dei “sacchetti odorosi” e dei canapai, il cui numero a quanto pare superava quello delle panetterie. Per alcuni anni la Svizzera diventò quindi il paese più importante in riferimento alla canapa a livello mondiale, fino a quando nella primavera del 2008, tre giorni (!) prima dell’ultima fiera della canapa a Berna, venne abolita la vendita di semi di cannabis. Il mercato dei semi di cannabis quindi si sposto verso la California e la Spagna, poiché in quei due paesi le leggi relative alla coltivazione della canapa sarebbero state allentate di lì a poco.
Nel 2009, contemporaneamente alle date previste per la fiera, a Berna si sarebbero svolti i Campionati mondiali di disco su ghiaccio e gli alberghi registravano il tutto esaurito, si decise così di trasferirla a Basilea.

Dopo aver subito perdite economiche alle due fiere di Basilea, la CannaTrade nel 2011 dovette fare una pausa di riflessione per ridefinirsi nel 2012. In quell’anno si verificò qualcosa che passò quasi inosservato ma che si rivelò fondamentale per l’attuale boom del CDB: la Svizzera modificò i valori massimi di THC ammessi per la canapa industriale dal 0,3% all’1%. Senza prevedere quali conseguenze avrebbe poi avuto, da qui la CannaTrade è ripartita con un ritmo biennale. La Stadthalle di Dietikon disponeva del padiglione adatto all’intento, così dal 2013 al 2016 si tennero tre edizioni CannaTrade nelle immediate vicinanze di Zurigo.
Fino a quando un bel giorno nel 2016 un cliente comunicò che voleva esporre delle infiorescenze di cannabis. E così fu. La CannaTrade si trasferì da Dietikon a Zurigo-Oerlikon nel padiglione 622 e le due edizioni del 2018 e del 2019 registrarono il pienone. Nel 2019 clienti da oltre 40 paesi visitarono la fiera e il prossimo passo era chiaro: ritorno alle origini, a Berna, in una delle più grandi aree espositiva del paese.
I lavori di progettazione per una CannaTrade 2020 dalle dimensioni raddoppiate rispetto alle edizioni precedenti presero subito avvio, fino al fatidico marzo 2020, quando un microscopico virus ha paralizzato il mondo e annientato l’evento.
E così, nonostante tutto, nel suo ventesimo anno di vita CannaTrade è viva e vegeta e guarda fiduciosa a un futuro promettente.

L’edizione del 2022 è al completo ma per ricevere informazioni al riguardo e per aggiornamenti sul festival in occasione del ventennale visitate www.cannatrade.ch.





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.