Oggi parlo dell’utilizzo della cannabis nel dolore neuropatico vulvare e lo voglio fare a partire dalla testimonianza di una paziente, una donna di 50 anni, che mi ha scritto chiedendo aiuto. «Sono sempre stanca sia psicologicamente che fisicamente e soprattutto piena di dolori sia di notte che di giorno in tutte le parti del corpo. Rimango molto contratta a livello del collo, delle spalle, della zona inguinale, della vagina, dei glutei e delle cosce posteriori. Durante il giorno il dolore cresce e soffro in continuazione senza sosta. Nel primo pomeriggio ogni volta che faccio la pipì si intensificano i bruciori. Alla sera farla è veramente doloroso. Avendo il water con il bidet incorporato faccio scorrere acqua tiepida per un paio di minuti per rilassare la parte, poi mi stendo un pochino e tutto si calma, fino a quando non vado a dormire. Quando sto per prendere sonno iniziano i dolori alla vagina, che si irradiano alle gambe e alle giunture. Dormo malissimo in quanto non trovo nessuna posizione confortevole. I rapporti sessuali sono impossibili e questo crea problemi con il mio partner che non capisce i miei dolori, colpevolizzandomi. Ci sono giorni in cui mi sembra di avere una spada conficcata nella vagina, che ad ogni movimento mi lacera la carne.»

Questo è un tipico caso di vulvodinia e la maggior parte delle donne raccontano esperienze simili. È un dolore che spesso si associa a patologie come l’endometriosi, la candidosi, la fibromialgia come nel caso di questa signora. Il dolore si viene a creare perché all’interno delle cellule nervose c’è un eccesso di produzione di calcio. Il calcio scatena una serie di fenomeni infiammatori che determinano un processo infiammatorio cronico che viene chiamato appunto dolore neuropatico.

Cosa possiamo fare per controllare questo dolore? Sicuramente la cannabis ci aiuta, perché va a bloccare una serie di fenomeni che impediscono l’ingresso del calcio. Quindi la cannabis ci aiuta perché toglie il dolore, favorisce alcune funzioni come la lubrificazione o il desiderio sessuale e favorisce il ritorno alla fisiologia, ma da sola non basta, perché queste persone hanno visto nel tempo cambiare quella che è la loro omeostasi, il loro equilibrio.

Con la cannabis la signora ha ridotto i farmaci che assumeva e contemporaneamente le ho prescritto un olio di cannabis con THC e CBD e, prima dei rapporti sessuali, una cannabis ad alto valore di THC per via inalatoria. La vita di questa persona è cambiata tantissimo, sta molto meglio, riesce ad avere rapporti sessuali e ha ripreso la sua vita in mano.

Per queste persone ci sono cose che vanno fatte e altre che vanno evitate. Tra le prime ci sono i cannabinoidi, aumentare i livelli di ossido nitrico che favorisce la vascolarizzazione, modificare la propria dieta, la vitamina D, gli Omega 3 e il magnesio. Vanno invece evitati i cibi ricchi di zuccheri, che sono degli eccitanti. Questo è lo stile di vita che dovrebbe avere chi soffre di vulvodinia e più in generale di dolore neuropatico, usando la cannabis che ci permette di riprendere la vita in mano e di lottare.

Fonte: cannabisterapeutica.info





Comments are closed.

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.