AntiproibizionismoHigh timesIn evidenza

La cannabis per Travis Barker: creatività e benessere

Equilibrio, espressione creativa e benessere psicofisico. Sono questi (e tanti altri) i benefici della cannabis per Travis Barker, che vuole diffondere con il suo nuovo marchio appena lanciato

Travis Barker cannabis

Travis Barker, noto batterista dei Blink-182, ha raccontato in un’intervista a Forbes il ruolo (imprescindibile) che la cannabis ha e ha avuto nella sua vita personale e lavorativa.

“Il viaggio nel mondo dei cannabinoidi è iniziato per cercare un equilibrio nel mio stile di vita caotico”, che per i ritmi sempre più intensi stava diventando insostenibile.

“Dagli allenamenti di boxe e Muay Thai ai tour è stata una corsa pazzesca – racconta Barker – La cannabis è diventata la mia arma vincente per recuperare e trovare uno stato d’animo sereno”.

IL SOGNO CANNABICO DI TRAVIS BARKER

“Allinearmi fisicamente e mentalmente allo stile di vita che ho scelto”. Un compito che la cannabis svolge benissimo per il batterista dei Blink-182. Se prima infatti si fumava “solo per fare festa e divertirsi – Oggi il mio rapporto con la cannabis è molto più sofisticato. Si concentra su equilibrio, creatività, benessere e vibrazioni positive”.

E “per condividere ciò che imparato e sperimentato con il mondo” nasce Barker Canna Co: il nuovo marchio firmato Travis Barker, la cui missione “è aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi fornendoti prodotti della massima qualità”, come si legge dalla pagina ufficiale.

Salute, ispirazione ed espressione di sé sono le parole chiavi del progetto. Ma da dove nasce quest’esigenza di muoversi dal mercato del CBD a quello del THC, in poco meno di un anno?

Per chi non lo sapesse infatti, solo ad aprile 2023, Travis ha lanciato il suo marchio di benessere Barker Wellness Co., che vende prodotti a base di CBD, CBG e CBN: cannabinoidi non psicoattivi della pianta.

Oltre ai buoni propositi, c’è di certo anche una scelta economica e politica, che riflette perfettamente l’evoluzione normativa in materia cannabis che sta coinvolgendo gli USA, con sempre più Stati che decidono di legalizzarla per scopi medici e ricreativi.

La cannabis per Travis Barker: creatività e benessere
▶︎ Questo articolo è offerto da STORMROCK

LA GUERRA ALLA DROGA HA FALLITO

Travis Barker è un forte sostenitore della legalizzazione. “È tempo di abbandonare gli stereotipi obsoleti (e infondati) che esistono da troppo tempo. La cannabis è libertà, esplorazione creativa, ha benefici medici e non dovrebbe essere proibita”.

“Abbiamo fatto molta strada per comprenderne il potenziale. È ora che che le nostre leggi e i finanziamenti destinati alla ricerca si allineino al progresso. Non si tratta di sballarsi, ma di trovare sollievo“.

La prima cosa da fare per il batterista è colmare le disparità razziali causate dalla guerra alla droga, e creare opportunità concrete per coloro che ne sono stati maggiormente colpiti. “Dobbiamo promuovere l’inclusività e garantire istruzione e occupazione all’interno dell’industria della cannabis”.

“Prevedo un cambiamento progressivo nella legislazione mondiale sulla cannabis”, conclude ottimista Barker, suggerendo un’imminente legalizzazione federale negli Stati Uniti e una crescente accettazione globale.

CANNABIS E MUSICA SI INTRECCIANO

Secondo Travis Barker “il legame tra musica rock e cannabis è innegabile. Entrambi incarnano ribellione, creatività e senso di individualità”. Ritiene infatti che la legalizzazione avrà “un impatto profondo sull’industria musicale”. Con “sempre più artisti che incorporeranno la cultura della cannabis nei loro marchi e progetti, promuovendo una nuova era di collaborazione ed espressione artistica”.

Come ha già fatto, tra i tanti, Snoop Dogg. La super star americana, che, da sempre a favore della legalizzazione, non perde occasione per far parlare di sé. Dalla notizia di avere una rollatrice di blunt personale, che paga profumatamente, alla sua linea di prodotti cannabici.

E sempre a sfondo musicale, l’ultima domanda postagli non poteva che essere: “Se potessi condividere la cannabis con qualcuno, vivo o morto, chi sarebbe?” Senza esitare Barker risponde 2Pac. Sarebbe il compagno ideale secondo il batterista.

Però “invece di uno spinello gli passerei un edibile. Immagina di vibrare al ritmo della musica di Pac, condividendo saggezza durante una sessione rilassante arricchita da caramelle gommose. Sarebbe un sogno”.



grafica pubblicitaria sponsor canapashop

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.
grafica pubblicitaria sponsor plagron

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio