4402814642_5bd8f27410_o_1000

Nonostante il governo abbia legalizzato l’utilizzo della cannabis terapeutica, in Repubblica Ceca la situazione per i pazienti continua ad essere molto difficile. La legge è diventata effettiva il primo aprile, ma sono state mantenute restrizioni rigorose in materia di coltivazione, vendita e importazione.

A fine novembre è stata assegnata formalmente la prima licenza per importare cannabis all’azienda Elkoplast Sluvovice. Ma alcuni dei 20.000 pazienti che si stima possano beneficiare di un trattamento con la cannabis non hanno alcuna possibilità di ottenerla legalmente. Questo perché il disegno di legge ha stabilito regole forse troppo rigide: nessun paziente ha meno di 18 anni può utilizzare la marijuana medica, le compagnie di assicurazione non possono coprire i costi relativi alla cannabis terapeutica, e i pazienti possono acquistare al massimo 30 grammi al mese, una quantità ritenuta insufficiente da molti dottori.

Inoltre il disegno di legge vieta la coltivazione di marijuana nella Repubblica Ceca e consente l’importazione esclusiva dai Paesi Bassi di soli quattro ceppi prodotti dalla ditta Bedrocan, ad un costo di circa 10 dollari (circa 7,50 Euro) per grammo, proibitivo per la maggior parte dei pazienti in una nazione dove il salario medio mensile è di 1.300 dollari (circa 950 Euro) e la pensione media è di 500 dollari (circa 370 Euro). Il dottor Tomas Zabransky, coordinatore nazionale per le politiche sulle droghe in Repubblica Ceca e consulente dell’ONU e dell’UE, ha detto che la situazione è inaccettabile, e le restrizioni sono «inutilmente limitanti e discriminanti. C’è un impegno molto consistente per non rendere la legge realmente applicata».





Leave a Reply

SOSTIENI LA NOSTRA INDIPENDENZA GIORNALISTICA
Onestà intellettuale e indipendenza sono da sempre i punti chiave che caratterizzano il nostro modo di fare informazione (o spesso, contro-informazione). In un'epoca in cui i mass media sono spesso zerbini e megafoni di multinazionali e partiti politici, noi andiamo controcorrente, raccontando in maniera diretta, senza filtri né censure, il mondo che viviamo. Abbiamo sempre evitato titoli clickbait e sensazionalistici, così come la strumentalizzazione delle notizie. Viceversa, in questi anni abbiamo smontato decine di bufale e fake-news contro la cannabis, diffuse da tutti i principali quotidiani e siti web nazionali. Promuoviamo stili di vita sani ed eco-sostenibili, così come la salvaguardia dell'ambiente e di tutte le creature che lo popolano (e non solo a parole: la nostra rivista è stampata su una speciale carta ecologica grazie alla quale risparmiamo preziose risorse naturali). ORA ABBIAMO BISOGNO DI TE, per continuare a svolgere il nostro lavoro con serietà ed autonomia: ogni notizia che pubblichiamo è verificata con attenzione, ogni articolo di approfondimento, è scritto con cura e passione. Questo vogliamo continuare a fare, per offrirti sempre contenuti validi e punti di vista alternativi al pensiero unico che il sistema cerca di imporre. Ogni contributo, anche il più piccolo, per noi è prezioso. Grazie e buona lettura. CONTRIBUISCI.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, questi ultimi per fornire ulteriori funzionalità agli utenti, quali social plugin e anche per inviare pubblicità personalizzata. Cliccando su (Accetto), oppure navigando il sito acconsenti all’uso dei cookie. Per negare il consenso o saperne di più
Leggi informativa privacy

<b>Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!</b>

This happens because the functionality/content marked as "%SERVICE_NAME%" uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: "click.